Napoli, spara ai due figli invalidi nel sonno: ne uccide uno

Tragedia nella periferia di Napoli. Un uomo di 88 anni ha sparato nel sonno ai due figli invalidi, uccidendone uno. Dopo ha chiamato la polizia per confessare.

Napoli: anziano spara ai figli invalidi – Ha agito per disperazione l’uomo di 88 anni che nella scorsa notte ha sparato ai due figli mentre stavano dormendo. A Napoli il tragico fatto che ha portato alla morte di un 47enne affetto da una grave forma di handicap e al ferimento dell’altro figlio, di 51 anni, anche lui invalido. L’uomo dopo l’accaduto ha chiamato le forze dell’ordine per confessare il crimine. Si è “giustificato” sostenendo di aver agito perché disperato per la condizione della sua famiglia e per il futuro dei figli. Interrogata anche la moglie dell’uomo, anche lei di 88 anni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Massa Carrara: albero cade su una tenda. Muore bambina 

Napoli, spara ai figli invalidi: l’accaduto alle 5 di mattina

Il tutto si è consumato verso le 5 di questa mattina. L’uomo di 88 anni ha ucciso il figlio affetto da una più grave forma di handicap, ferendo invece l’altro al braccio. Ora è all’ospedale Cardarelli di Napoli. Il crimine è avvenuto in via Nicolò Garzilli, dove poi gli agenti una volta sul posto hanno trovato anche la moglie dell’88enne. Da accertare se la donna fosse a conoscenza del piano del marito. Ora entrambi i coniugi sono stati portati negli uffici della polizia per gli accertamenti del caso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, in Italia tornano le zone rosse. Quali sono