Nations League: Olanda-Italia 0-1, decide Barella

Nel secondo impegno di Nations League l’Italia batte l’Olanda ad Amsterdam e vola in testa al proprio girone. Azzurri vincenti grazie a un gol di Barella nel finale di primo tempo.

È bastato un gol, siglato al 45esimo da Barella, per battere l’Olanda finalista della prima edizione di Nations League. Dopo il pareggio di Firenze contro la Bosnia (1-1) gli azzurri riprendono a vincere e lo fanno nella trasferta più difficile, quella di Amsterdam alla Johan Crujiff Arena. In un colpo solo quindi il ct Mancini fa bottino pieno in quella che doveva essere la gara più ostica del girone e balza in testa al girone stesso. Italia a quota 4 punti, Olanda e 3 a pari merito con la Polonia. Oltre alla vittoria due note per Mancini: la grande prestazione di Locatelli, al debutto in azzurro, e l’infortunio al ginocchio per Zaniolo. Il centrocampista della Roma è uscito dal campo nel primo tempo, da valutare le sue condizioni dopo il grave infortunio dello scorso gennaio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Olanda Italia, Zaniolo si fa male: out 

Olanda Italia 0-1, gli azzurri convincono in trasferta

Nations League Olanda italia
Roberto Mancini (Getty Images)

Dopo la gara tra luci e ombre contro la Bosnia, l’azzurro dell’Italia torna bello vivo nello stadio che fu di Crujiff. Bella la prova della Nazionale che non si limita a subire il palleggio del padroni di casa, ma si mostra capace di ripartire e offendere quando necessario. Le migliori palle gol nel primo tempo sono di marca italiana, con Zaniolo e due volte Insigne prima della rete di testa di Barella, su assist di Immobile.

Nella ripresa sfiora il gol anche Moise Kean (entrato al posto di Zaniolo), poi Donnarumma salva gli azzurri. Nel finale forcing oranje, ma nessuna vera occasione degna di nota. 3 punti, quindi, che portano l’Italia in testa al proprio girone di Nations League.

Da domani i giocatori torneranno ad allenarsi con i rispettivi club: il 19 sarà di nuovo tempo di Serie A.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Nuovo Dpcm, niente riapertura stadi