Scuola, primo giorno in classe: c’è anche il presidente Mattarella

Dopo ben sei mesi di stop si torna a scuola: un primo giorno in classe del tutto inusuale, c’è anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

E così, dopo sei mesi di stop, i ragazzi, gli insegnanti, i bidelli, gli addetti in segreteria e tutte le altre persone del settore, rientrano a scuola. Arriva il tanto atteso primo giorno tra i banchi di scuola. Un rientro diverso, del tutto nuovo: per modalità e svolgimento. A essere chiamati al rientro sono ben 8,3 milioni di ragazzi e ragazze, che oggi, 14 settembre 2020, sentiranno, nuovamente, lo squillo della campanella. Sono stati mesi intensi e lo saranno per il prossimo futuro. È bene dire che si rientra in classe in uno stato molto difficile: con mascherina e distanziamento sociale per quasi tutto il giorno. Un clima non di certo favorevole al fare dei giovani, ma di sicuro obbligatorio per continuare la lotta al coronavirus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Riapertura Scuole, Lucia Azzolina a Live-Non è la D’Urso

Primo giorno di scuola: presente anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

primo giorno scuola mattarella
Il presidente Sergio Mattarella (Wikimedia Commons)

C’è molta attesa per il definitivo rientro a scuola. Un primo giorno sicuramente diverso dagli ultimi anni. Mascherina e distanziamento sociale saranno i due aspetti principali che contraddistingueranno il varcare del cancello scolastico. In tutto, come poc’anzi detto, a riporre la cartella dietro il banco saranno 8,3 milioni di ragazzi. Un numero davvero enorme che si divide in 7 milioni e mezzo per gli istituti statali, ai quali si aggiungono gli 860 mila delle paritarie.

All’ingresso delle porte del nuovo anno scolastico non poteva che mancare Sergio Mattarella. Il presidente della Repubblica Italiana inaugurerà il nuovo anno nel primo comune italiano che, quasi sette mesi fa, fu colpito dal coronavirus. Il presidente sarà presente a Vò, in provincia di Padova. Mattarella farà il suo ingresso, previsto per le 16.30, presso la Scuola primaria Guido Negri. Un gesto simbolico per essere presente ove tutto ebbe inizio in relazione alla vicenda del coronavirus in Italia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Riapertura scuole, De Luca riflette: nuovo rinvio