Coming Out Garko, l’accusa di Testi: “Ecco la verità”

Da qualche giorno a questa parte ormai sulle pagine delle testate di gossip e cronaca rosa si parla soprattutto del coming out di Gabriel Garko. L’ultima rivelazione di un suo collega.

Ha fatto discutere, e ha sorpreso, il coming out di Gabriel Garko confessato nella casa del Grande Fratello Vip. La scorsa settimana il noto attore televisivo in diretta davanti a milioni di spettatori ha rivelato ad Adua Del Vesco, con la quale ha avuto una storia, la sua omosessualità, rivelando come si sia tolto un peso dopo aver svelato a tutti il proprio segreto. Garko, che in passato ebbe anche una storia con Manuela Arcuri, è stato chiamato così a risollevare lo share di una trasmissione che in queste prime puntate ha alquanto balbettato, perdendo il confronto diretto con la prima serata di Rai1.

La scia del coming out di Garko però non accenna a dissolversi. Gli amanti di gossip si sono scatenati dopo la rivelazione dell’attore e ora in molti, tra colleghi e non, dicono la propria circa la confessione dell’uomo. Tra questi c’è un attore che con Garko ha condiviso dei set, Francesco Testi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Chi è il presunto compagno di Gabriel Garko? 

Coming out Garko, la rivelazione di Testi

(Photo by Elisabetta Villa/Getty Images)

Hanno lavorato insieme in diverse fiction e ora Francesco Testi dice la sua sul caso Garko. Intervistato da Selvaggia Lucarelli sulle pagine del Fatto Quotidiano Testi ha parlato dell’argomento di cronaca rosa del momento, rivelando come a Garko forse abbia fatto comodo rivelarsi ora perché “…siamo nel 2020 e ragioniamo da progressisti, che uno sia etero o gay non ce ne frega nulla“.

Testi poi spiega la sua teoria, dicendo che magari 10 o 15 anni fa Garko, nel pieno della sua carriera e bellezza, rivelando la sua omosessualità non avrebbe poi avuto il successo che ha conosciuto.

Gabriel Garko coming out
Gabriel Garko al GF VIP (Screenshot)

La sua scelta, di non fare prima coming out, secondo Testi è stata dettata da una volontà di tutelare la propria professione. Una mossa studiata a tavolino, che ha portato Garko poi a confessarsi poi in diretta televisiva all’interno di un reality show.