44 anni di Domenica In: da Corrado alla Venier, com’è cambiato il programma nel tempo

Domenica In compie ben 44 anni: il programma che intrattiene da sempre milioni di italiani festeggia un grande traguardo.

corrado mantoni
Corrando Mantoni, primo conduttore di Domenica In (Fonte Facebook)

Le domeniche pomeriggio davanti alla televisione. Questo autunno e questo inverno, poi, con il Covid-19 ancora in circolazione saranno ancora più oziose. Tantissimi programmi intrattengono milioni di italiani, ma uno su tutti è in cima alla lista, da sempre e per sempre: Domenica In, che ha compiuto ben 44 anni. Un esordio datato 1976 con al conduzione di Corrado Mantoni. Con quest’ultimo si apriva la prima vera maratona televisiva con ben 6 ore di diretta tv. Un contenitore con al suo interno anche la partecipazione di Discoring, ossia la classifica musical condotta da altri volti noti come Gianni Boncompagni e il giovanissimo Carlo Conti.

Negli anni ’80 arriva l’era di Pippo Baudo, che prende il timone e trasforma il programma tra mix di salotti, musica e teatro. Mentre le quattro edizioni a carico dello stesso e sopracitato Boncompagni furono davvero strepitose e rivoluzionario con l’introduzione di 150 ragazze Pon Pon, uno show che lasciò molti a bocca aperta, ma che venne ben presto assimilato e ben accettato.

La domenica pomeriggio assieme a Domenica In: la trasformazione continua

mara venier
Mara Venier, la regina di Domenica In (Fonte Facebook)

Con Boncompagni passato alla concorrenza, e cioè sui canali Mediaset, torna al timone Baudo che inserisce l’apprezzatissimo gioco chiamato Castello. Proprio in quegli anni, i ’90, si accenda una “furiosa sfida” tra la Rai e le reti Mediaset, soprattutto tra Rai 1 e Canale 5, con l’arrivo, nei canali Mediaset, di Buona Domenica. Con Maurizio Costanzo l’alternativa è assicurata e la sfida a portata di mano.

Il vero show, però, comincia dal 1993, quando il comando del programma passa a Mara Venier unica e intramontabile regina della Domenica In, fino ai tempi nostri. Le edizioni a guida di Fabrizio Frizzi, Giancarlo Magalli, Paolo Bonolis e tanti altri non lasciano un gran segno, l’unica che ci sa fare, davvero, è Mara Venier. Con undici edizioni all’attivo, la bella “Zia” veneziana, è definita l’intramontabile del programma di Rai 1. Anche quest’anni, con tanto di coronavirus in circolo, si è aperta l’edizione del 2020, esattamente domenica 13 settembre. Alla guida c’era sempre lei: Mara Venier, senza il grande pubblico, con un massimo di 8 ospiti.

 

 

Impostazioni privacy