Chiede una sigaretta e perde un occhio: reazione da brividi dell’infermiere

Episodio raccapricciante in ospedale. Un ex infermiere ha pestato a sangue un uomo nella sala d’attesa del pronto soccorso di Pozzuoli. La lite per una sigaretta: perde l’occhio il malcapitato

pausa sigaretta
Sigaretta in Ospedale (Gettyimages)

Una scena da brividi all’ospedale di Pozzuoli. Un uomo di 41 ha perso l’occhio sinistro in seguito a una colluttazione avvenuta nella sala d’attesa del pronto soccorso di Santa Maria delle Grazie. Secondo le prime ricostruzioni, pare che i due stessero aspettando di essere sottoposti a una visita specialistica, da un medico anti-Covid della zona.

Vista la prolungata attesa, l’ex infermiere avrebbe chiesto una sigaretta – nonostante sia severamente vietato fumare nei pressi del pronto soccorso –  al 41enne, che prontamente gli avrebbe sfilato una sigaretta dal proprio pacchetto. Dopo qualche secondo, la seconda richiesta, visto che il 44enne non era nemmeno munito di accendino, si sarebbe avvicinato nuovamente all’uomo. La battuta del 41enne dopo la seconda richiesta – qualcosa simile a “Vuoi anche che te la fumo io?” – avrebbe fatto impazzire l’aggressore.

Lite all’ospedale per una sigaretta: perde l’occhio sinistro

Ospedale sigaretta
Ospedale sigaretta (Gettyimages)

La lite fuori dal pronto soccorso di Santa Maria delle Grazie, a Pozzuoli. Dopo una lite per una sigaretta, un uomo di 41 ha perso l’occhio destro. Un ex infermiere, dopo la battuta della vittima dell’aggressione, si sarebbe scagliato contro l’uomo infilandogli le dita negli occhi, facendogli immediatamente perdere l’occhio sinistro e facendogli esplodere il bulbo del destro.

Una scena degna del maestro Pai Mei in Kill Bill, purtroppo l’episodio non è frutto di una pellicola di Quentin Tarantino. Subito i soccorritori hanno portato l’uomo in prognosi riservata nell’ospedale in cui è avvenuta l’aggressione. In questo momento i medici stanno facendo di tutti per salvare l’occhio destro del 41enne, che è però irrimediabilmente rimasto segnato a vita, a causa di una così futile lite. L’aggressore invece, è stato arrestato dalle forze dell’ordine, intervenute immediatamente sul posto, che lo hanno denunciato per lesioni aggravate.