Argentina, nell’esercito anche trans e travestiti: ecco perchè

Trans e travestiti faranno parte dell’esercito in Argentina, Alberto Fernandez ha imposto l’obbligo di assumere almeno una quota dellʼ1% di loro

Alberto Fernandez
Alberto Fernandez (Foto dal web)

Entro il 30 novembre l’esercito argentino dovrà arruolare nuovi soldati e dovranno essere transessuali, transgender e travestiti per una quota dell’1%.

Lo scorso 4 settembre il decreto del governo del presidente Alberto Fernandez ha infatti imposto agli organi statali l’obbligo di assumere almeno una quota dellʼ1%. Il motivo? L’obiettivo è quello di rimediare alle violazioni dei diritti commesse in passato contro le persone transgender, contro i travestiti e i transessuali.

L’esercito argentino entro il 30 novembre dovrà arruolare trans e travestiti

Argentina esercito
Argentina esercito (Foto dal web)

Alcune fonti del ministero della Difesa, che i media argentiti hanno riportato e citato oggi, hanno fatto sapere che è stato chiesto ai leader e ai comandanti dell’esercito di riferire sulla ‘situazione esistente’ in merito al rispetto di tale standard. Al momento non è chiaro se la stessa aliquota dell’1% è stata anche richiesta per la marina militare e per l’aeronautica.

Cosa prevede la legge del 4 settembre emessa del governo del presidente Alberto Fernandez? Questa stabilisce che il totale dei posti deve essere occupato per almeno l’1% da transgender, travestiti e transessuali. Questi, naturalmente, dovranno essere in possesso delle condizioni richieste. L’esercito argentino avrà tempo fino al 30 novembre 2020 per adeguarsi al decreto.