Vaccino Covid, Locatelli a Che tempo che fa: “Vi svelo quando”

Il Vaccino anti Covid sembra l’unica arma di salvezza per il mondo attanagliato dalla pandemia. Locatelli svela quando potrà arrivare

Vaccino Covid (getty images)
Vaccino Covid (getty images)

E’ l’unica speranza di salvezza il vaccino per il Covid, con il Mondo che guarda con il fiato sospeso alla commercializzazione delle prime dosi che potrà far uscire il globo dall’incubo di questa pandemia dopo un anno. Già ma quando sarà pronto?

In Italia la curva del contagio sta diminuendo progressivamente, merito anche dei lockdown – seppur parziali – adottati nel nostro Paese. L’indice Rt è sotto controllo ed anche gli ospedali, seppur ancora affaticati, possono gestire meglio l’emergenza rispetto a qualche settimana fa.

“Migliorano i numeri, in calo i ricoveri in terapia intensiva ed anche quelli nei reparti ordinari” le parole di Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore della Sanità intervenuto a Che tempo che fa. “La scuola, che domani riaprirà, è uno dei luoghi più sicuri” ha poi spiegato lo scienziato.

Vaccino anti Covid: la data

Vaccino Covid (getty images)
Vaccino Covid (getty images)

Franco Locatelli, poi, ha analizzato anche la situazione in vista delle festività natalizie. “Nessuna festa in piazza, così come concertoni e stop ai cenoni con 15 o 20 persone nonostante siano dello stesso nucleo familiare” le parole di Locatelli che poi ha chiesto come in tutta Europa vi siano gli impianti sciistici chiusi.

Già, ma quando arriverà il vaccino? Locatelli ha soprattutto tenuto a precisare come tutti gli step sulla sicurezza siano stati verificati, con i controlli del caso rispettati. Come se non bastasse, i sieri di Moderna e Pfizer dovranno ricevere l’approvazione finale dall’Agenzia Europea del Farmaco.

“Speriamo che sia il Regalo di Natale l’approvazione” ha detto Locatelli che ha svelato anche la data di partenza delle vaccinazioni. “La somministrazione partirà dal 15 gennaio, siamo al lavoro per la distribuzione dello stesso” le sue parole.

Locatelli
Locatelli

Come è già stato reso noto, per la somministrazione delle dosi, scenderà in campo anche l’Esercito. L’obiettivo è, infatti, 300mila vaccinazioni al giorno in tutta Italia.