Tragedia durante la Didattica a Distanza: 11enne si ammazza in diretta

Tragedia durante una videolezione su Zoom, dove un bambino di soli 11 anni compie l’insano gesto in diretta: scoppia il panico

zoom app
(Getty Images)

Un tremendo suicidio sconvolge la California ed il mondo intero. A Woodbridge, Adan, un bambino di soli 11 anni mentre seguiva una lezione su Zoom da casa intorno alle 11 di mattina, ha disattivato il microfono e si è spostato da davanti la telecamera per poi prendere una pistola e spararsi. A sentire il forte boato è la sorellina nella stanza affianco, che spaventata corre subito in quella del fratello, trovandolo quasi senza vita a terra. All’arrivo dei soccorsi il bambino viene portato in ospedale, dove però muore poco dopo viste le ferite troppo gravi. Restano da capire i motivi dell’insano gesto del bambino ed il modo in cui possa essere riuscito a procurarsi un arma da fuoco nonostante la sua giovanissima età.

11enne compie l’insano gesto durante la Didattica a Distanza: le dichiarazioni dello zio e dei vicini

polizia - chiesa
polizia (Getty images)

Un dramma vero e proprio quello consumatosi in California, a Woodbridge, dove un ragazzino di soli undici anni si è suicidato in diretta durante una videolezione su Zoom. Al momento dell’arrivo dei soccorsi per lui non c’è stato nulla da fare, ma resta il mistero su come abbia fatto ad avere una pistola e sul motivo dell’insano gesto. A parlare alla stampa sono stati alcuni vicini che dichiarano: “Era un bambino molto semplice, davvero speciale. Era sempre molto sorridente e non avrebbe mai fatto del male a nessuno”. Poi attraverso il proprio profilo Facebook lo zio della vittima ha decido di scrivere un post che recita: “Mio nipote Adan è in paradiso. Nessuno di noi immaginava avesse tendenze suicide. Era meraviglioso, pieno di vita. Lancio un appello per aiutare la nostra famiglia in questo momento”. Dichiarazioni commoventi che lasciano ancora di più un velo di mistero nella tragedia.