Capodanno su Rai 1: insieme ad Amadeus anche un grande comico

Sarà uno show decisamente più sobrio quello che Amadeus si accinge a condurre il prossimo capodanno su Rai 1, nel classico appuntamento di “L’anno che verrà”. Assieme a lui un grande comico.

i soliti ignoti
(Getty Images)

Non ci sarà la folla di gente in piazza, non ci saranno abbracci o strette di mano. Sarà una festa più “sobria“, per certi versi anche più fredda (forzatamente) ma non per questo mancherà il consueto entusiasmo per l’ultima serata dell’anno. Ci accingiamo a salutare un 2020 con ben poche note positive, ma lo si farà, almeno su Rai 1, con una delle tradizioni ormai più consolidate del palinsesto televisivo della prima rete.

L’appuntamento con L’anno che verrà, l’ormai classico show di fine anno condotto da Amadeus e che forse mai come quest’anno è chiamato a fare compagnia ai milioni di spettatori che saranno a casa a vedere la tv. Più che altro, perché mancheranno le alternative.

Al timone dello show di Capodanno ci sarà come di consueto il noto presentatore della Rai: Amadeus accompagnerà i suoi ospiti e il suo pubblico verso il 2021 e, assieme a lui, ci sarà un’inedita spalla. Nino Frassica infatti è stato annunciato come co-conduttore e spetterà al comico cercare di strappare qualche risata alla gente a casa.  Un compito mai come quest’anno pieno di significato e importanza. Resta l’attesa di conoscere gli artisti che si alterneranno sul palco durante la serata.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Luciana Littizzetto risponde a Wanda Nara 

Amadeus, non solo Capodanno su Rai 1: Sanremo è un rebus

Nino Frassica
Getty Images

Rimane invece l’incognita legata al Festival di Sanremo. La nota kermesse musicale potrebbe saltare a causa dell’emergenza Covid, e solo le prossime settimane potranno chiarire se e come potrà essere organizzato un evento di tali dimensioni. Lo stesso Amadeus, chiamato alla conduzione per il secondo anno di fila, ha confermato come Sanremo sia ancora in dubbio.

Amadeus
(Fonte GettyImages)

“La decisione definitiva sarà presa a gennaio. Ovviamente andrà tutto riorganizzato: teatro, sala stampa e persino la città” ha detto il noto conduttore, che poi ha escluso che il Festival possa tenersi senza pubblico: “La gente deve poter venire“. Sì, ma come?

 

Impostazioni privacy