Francesca Pascale e Paola Turci stanno ancora insieme? Spunta un indizio

Francesca Pascale e Paola Turci, la coppia dell’estate continua a far parlare di sé: stanno ancora insieme? La verità sulle due

Francesca Pascale Paola Turci
Francesca Pascale (Getty Images)

E’ stata la coppia dell’estate quella formata da Francesca Pascale e Paola Turci, capace di attirare tutti i riflettori del gossip. La prima, napoletana, è l’ex fidanzata di Silvio Berlusconi, mentre la Turci è una cantante affermata. Le due hanno una differenza d’età importante, ben 21 anni, ma non sembra certo un problema questo.

La Pascale e la Turci hanno infiammato un agosto già bollente con un bacio tra le due arrivato su uno yatch durante la vacanza in Cilento. Un flirt iniziato con le due che sembravano andare d’amore e d’accordo ma che, secondo Dagospia, sia già arrivato al capolinea.

Una classica storia estiva, di fatto, con la Turci che sarebbe impegnata ora sulla sua vita lavorativa, visto l’imminente ritorno in tv, su Rai1, l’11 gennaio prossimo in un “Penso che un sogno così”, lo show di Giuseppe Fiorello prodotto dall’agenzia della stessa Turci, la Friends&Partners.

Francesca Pascale e Paola Turci: storia finita?

Francesca Pascale Paola Turci
Paola Turci (Getty Images)

Una versione differente sulla storia d’amore tra le due, però, arriva da Gabriele Parpiglia; secondo il giornalista esperto in gossip, infatti, le due starebbero continuando nella loro relazione, tanto da aver trascorso insieme il Capodanno. Quello che sembrava fosse solo un flirt estivo, quindi, si è trasformato in qualcosa di decisamente molto più importante.

Il 2021, quindi, è iniziato sulla scia lunga del finale del 2020, con le due felici e serene insieme, pronte anche a progetti importanti.  Intanto Francesca Pascale si è molto impegnata nel sociale. Come ricorda il collega, infatti, l’ex compagna del leader di Forza Italia nel 2018 ha fondato “I Colori della Libertà“, associazione LGTB.

Sono stata discriminata per un amore con un uomo più grande, le famiglie gay oltre a superare le difficoltà quotidiane, devono anche assorbire i pregiudizi” le due parole al momento della fondazione dell’associazione. “Non ho mai detto di essere gay o eterosessuale, non uso paletti né seguo stereotipi“.