Renzi lancia la Crisi di Governo: annunciati i Ministri che si dimetteranno

Matteo Renzi dà il via alla Crisi di Governo: annunciata la dimissione dei ministri. E’ scontro con la maggioranza e con il premier Conte

Matteo Renzi
Matteo Renzi (Getty Images)

Matteo Renzi dà il via alla Crisi di governo. Detto fatto, si potrebbe dire considerato come il leader di Italia Viva l’aveva di fatto annunciato nei giorni scorsi. Il fiorentino ha spiegato come la crisi sia aperta da mesi, rivendicando la consapevolezza di dover dare risposte all’Italia nella lotta al Covid-19.

Tre le questioni chieste al premier Conte. “Abbiamo fatto un governo per non dare pieni poteri a Salvini e non consentiremo che altri li abbiano” le parole del toscano che ha attaccato il premier per le troppe dirette tv e per la delega sui servizi segreti, uno dei punti principali di rottura.

Chiediamo che si rispettino le regole della democrazia; è un vulnus alle regole del gioco il governare con decreti legge in decreti legge” ha detto l’ex premier spiegando come “l’emergenza non può essere la sola situazione a dare ossigeno al governo“. Renzi ha evidenziato la necessità di puntare sulle politiche industriali e sbloccare i cantieri.

Renzi  all’attacco: si dimettono le ministre Bonetti e Bellanova

Teresa Bellanova
Teresa Bellanova (Getty Images)

L’Italia ha il numero più alto di morti ed il Pil crollato – ha detto Renzi – un motivo ci sarà“. Il leader di Italia Viva è poi tornato sul tema Mes, tanto caro a lui. “Perché non si utilizza? Non utilizzarli è irresponsabile” ha detto ammettendo, però, come passi in avanti vi siano stati sul Recovery Fund.

Voteremo lo scostamento di bilancio in Parlamento – ha poi spiegato – ed appoggeremo il governo, qualunque esso sia, sul Decreto Ristori” ha sostenuto spiegando come il suo partito voterà anche le misure anti-Covid. Già, ma cosa accade ora? Italia Viva a formare una maggioranza di centrodestra?

L’ex premier lo esclude categoricamente. “Non c’è ipotesi di questo tipo; mai fatto un esecutivo con Salvini e non inizieremo ora“. Il toscano ha anche smentito contatti con Conte ed ipotesi di elezioni anticipate, sostenendo come “si voterà nel 2023. Ora – ha proseguito – toccherà al presidente del Consiglio, ma noi non abbiamo alcuna sorte di pregiudizio, né su nomi tantomeno su formule“.

Non faremo, però, un governo con le forze di destra sovranista – ha spiegato – vogliamo vedere il progetto prim’ancora di costruire. In questo senso, è stato bellissimo l’appello del presidente Mattarella. Pronti a dare una mano, ma si discuta in Aula, nelle sedi istituzionali la crisi di governo, non sui social” ha poi sostenuto.

Matteo Renzi
Matteo Renzi (Getty Images)

A stretto giro di posta, quindi, arriveranno le dimissioni dei due ministri in quota Italia Viva; si tratta di Elena Bonetti, Ministro per le Politiche per la Famiglia, e Teresa Bellanova, titolare del dicastero dell’agricoltura.