L’Efsa autorizza un nuovo alimento: sono delle tarme

Un nuovo alimento è stato autorizzato dall’Efsa, Autorità europea per la sicurezza alimentare, sono delle tarme che possono essere mangiate senza rischi

insetti farina
insetti farina (Getty images)

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha autorizzato un nuovo alimento, si tratta delle terme della farina. Ha spiegato che queste se vengono allevate ed essiccate posso essere mangiate come snack o come ingrediente di preparati per pasta, barrette proteiche e biscotti. Ha inoltre fatto sapere che mangiarle non comporta alcun rischio.

La Commissione Ue ha a disposizione sette mesi per una proposta di autorizzazione. Per quanto riguarda invece l’immissione del nuovo alimento sul mercato, dovranno essere i Paesi membri a votarla.

È stata un’azienda francese a presentare la richiesta di autorizzazione al commercio. L’Autorità europea per la sicurezza alimentare ha analizzato il potenziale rischio di allergie, il profilo tossicologico e il processo di allevamento e trasformazione.

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare ha dato l’ok per un nuovo alimento: le tarme della farina

Alimenti insetti
Alimenti insetti (Getty images)

Sono in molti a pensare che gli insetti verranno utilizzati sempre di più in futuro in cucina. Al momento l’Efsa sta valutando 10 domande sugli insetti come alimenti. Si tratta di cavallette e grilli essiccati, macinati o interi, ci sono poi altre larve delle tarme della farina che da poco hanno ricevuto l’approvazione.

Gli insetti sono organismi complessi ed è essenziale conoscere la loro loro microbiologia dal momento che l’insetto intero viene consumato. Ermolaos Ververis, esperto Efsa, ha infatti fatto sapere che solitamente per la valutazione gli insetti richiedono molto tempo.

Il Team Leader per i nuovi alimenti dell’Autorità con sede a Parma, Andrea Germini, ha spiegato che per la valutazione che è stata pubblicata è servito più tempo perché al richiedente hanno chiesto ulteriori dati. Ha fatto poi sapere che dal 2018 ad oggi circa 160 domande per la valutazione della sicurezza di novel food sono state ricevute dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare.