Mariarosaria Rossi, chi è la senatrice Fi che ha detto sì a Conte

Il Governo ha superato la crisi anche al Senato per via di alcuni voti “extra”: tra questi c’è anche il nome della senatrice di Forza Italia, Mariarosaria Rossi. 

Mariarosaria Rossi
L’ex senatrice di Forza Italia, Mariarosaria Rossi (Getty Images)

Il Governo supera la crisi anche in Senato. Ma con molti più punti interrogativi rispetto alla Camera. Anzitutto la maggioranza, non assoluta come è avvenuto nell’altro ramo del Parlamento italiano. Ma relativa: 156 voti favorevoli, 140 contrari, e 16 astenuti. Ora Conte si dice disposto a formare una maggioranza ancora più solida, dichiarando di fatto un suo terzo Governo.

Tra coloro che hanno votato la fiducia al premier Conte c’è anche qualcuno di “extra”, ossia proveniente dai partiti dell’opposizione. In particolare uno: Forza Italia. In questo caso parliamo della senatrice Mariarosaria Rossi.

Nei giorni scorsi aveva palesemente dichiarato di non aver sentito Silvio Berlusconi in merito a un voto di fiducia al Governo Conte. Anche perché lo stesso Berlusconi si era detto sfavorevole a un Governo con la Sinistra, rimanendo fermo sull’idea di un opposizione propositiva. Ecco chi è Mariarosaria Rossi, la senatrice di FI che ha votato Sì a al premier in carica.

Mariarosaria Rossi, anche ex tesoriera del partito di Berlusconi

Mariarosaria Rossi
La senatrice Mariarosaria Rossi (Getty Images)

Classe 1972, da sempre iscritta a Forza Italia, il partito di Silvio Berlusconi. Inizia la sua carriera politica nel 2008, con il suo primo vero e proprio incarico in un ramo del Parlamento italiano: la Camera. A Palazzo Montecitorio rimane per ben 5 anni, fino alla fine del mandato.

Nel 2013, sempre con Forza Italia, passa dall’altra parte, ovviamente non del partito, ma del Parlamento stesso: viene eletta come senatrice. Nello stesso anno, con lo scioglimento del Popolo della Libertà, aderisce di nuovo a Forza Italia, partito storico.

Dal 20 maggio 2014 sostituisce un altro storico di Forza Italia: Sandro Bondi, prendendo in mano il partito nelle vesti di commissario straordinario con il compito di tagliarne le spese, diventandone a tutti gli effetti la tesoriera.

Alle elezioni del 2018 viene nuovamente eletta come senatrice, sempre e ovviamente con Forza Italia. Fino ad arrivare a qualche ora fa, nella sera del 19 gennaio 2021, quando vota la fiducia al Governo Conte e viene espulsa, con effetto immediato, dal partito stesso.