Sfreccia al mercato in motorino, poi con l’ascia nel giaccone: semina il panico

L’episodio avvenuto nelle ultime ore è assolutamente clamoroso e ha destato paura e allo stesso tempo sconcerto nella popolazione. Un uomo ha creato il panico prima in motorino e poi con l’ascia nascosta al mercato

Mercato cittadino (getty images)
Mercato cittadino – Immagine di repertorio (getty images)

Un brutto fatto di cronaca ha creato paura e sconcerto a Sant’Elpidio a Mare, nelle Marche. I mercati cittadini rappresentano luoghi di passeggio, spese e affollamento, in cui tutti noi spesso ci siamo recati, per effettuare delle compere. Un uomo ieri ha stravolto quello della sua cittadina, seminando il panico con un insensato gesto. Inizialmente, infatti, voleva sfrecciare con il suo motociclo all’interna dell’area mercatale, che però notoriamente non lo consente.

Una volta bloccato e resagli impossibile la circolazione sul mezzo, è tornato con un’ascia nascosta all’interno del giaccone. Secondo il racconto dell’agente di Polizia locale, ai microfoni del ‘Mattino’, la suddetta ascia era lunga 30 cm con una lama da 14 cm. L’agente, resosi conto di quello che stava accadendo, ha subito chiamato i rinforzi, sottolineando la gravità di quanto si sarebbe potuto verificare, considerando che il mercato è molto frequentato a quell’ora del giorno.

LEGGI ANCHE >>> Medico aggredito con un estintore: paura e delirio al Covid Hospital

Uomo semina il panico in motorino e con l’ascia: cosa è successo

Polizia (getty images)
Polizia – Immagine di repertorio (getty images)

L’uomo si è poi disfatto dell’ascia e si è recato presso un supermercato locale. Una volta raggiunto dalle forze dell’ordine, però, ha iniziato a pronunciare evidenti minacce nei loro confronti, mostrandosi in stato d’agitazione. L’ascia è stata ritrovata e posta sotto sequestro. Le forze dell’ordine hanno fatto ritrovare la calma all’uomo e l’hanno riaccompagnato a casa. E’ stato poi deferito all’autorità giudiziaria per i provvedimenti del caso. Il Sindaco ha espresso sentite parole di ringraziamento per le forze dell’ordine: “Abbiamo assistito ad uno spiacevole episodio e ringrazio la Polizia Locale così come i Carabinieri per il lavoro di squadra messo in campo e per la collaborazione”.