Lutto nel mondo dello spettacolo, addio al noto rapper: diviso tra violenza e successo

Il mondo dello spettacolo ha dovuto fare i conti con un altro grave rapper, un noto rapper di soli 29 anni è morto, ecco di chi si tratta

Iron
Iron (Screenshot video youtube)

Poche ore dopo la morte dell’attrice Song Yoo-jung, un altro giovane artista sudcoreano è morto, si tratta del rapper Iron. Il suo vero nome è Jung Hun-cheol, a trovare il corpo senza vita del giovane ragazzo a casa sua è stata una guardia del corpo.

Il rapper era disteso sul letto coperto di fiori, era sanguinante ma la sua famiglia ha deciso di non fare l’autopsia. Da molto tempo le condizioni psicologiche delle giovani star preoccupano a causa delle pressioni che subiscono da parte di un’industria molto ricca ed esigente. Tante sono anche le pressioni che subiscono a causa del giudizio sociale manifestato sui vari e noti social network.

Negli ultimi mesi Iron si era ritrovato al centro d molte accuse e critiche. Lo scorso dicembre si era scontrato con un ragazzo minorenne accusato di avergli dato musica corrotta da un virus. Stando ai rumor il rapper si era vendicato picchiandolo con una mazza da baseball. Nel 2017 l’ex fidanzata lo aveva invece accusato di violenza durante un rapporto sessuale. Il rapper in quell’occasione era stato condannato a otto mesi di prigione, due anni di libertà vigilata e 80 ore di servizio alla comunità.

È morto il noto rapper coreano Iron, il 29enne non sopportava più le pressioni sociali che subiva?

Jung Hun-cheol
Jung Hun-cheol (Screenshot video youtube)

Sono tanti i giovani artisti noti del mondo dello spettacolo coreano che decidono di togliersi la vita, in molti pensano che tutto ciò dipenda dagli abusi, dal cyberbullismo e dalla pressione sociale che subiscono. Due star di K-pop due anni fa si sono suicidate a pochi mesi di distanza perché erano vittime di violenze e cyberbullismo. Loro purtroppo non sono le uniche ad aver scelto di togliersi la vita, la lista dei suicidi è molto lunga.

Jang Ja-yeon si tolse la vita nel 2009 dopo essere stata abusata sessualmente da alcuni importanti uomini dell’industria cinematografica. Lasciò un biglietto per denunciare ciò che le era accaduto. La Corea del Sud ha il più alto tasso di suicidi, un dato che non riguarda solo i personaggi noti del mondo dello spettacolo. Jung Hun-cheol aveva compiuto 29 anni lo scorso 8 gennaio. Il giovane ragazzo probabilmente ha scelto di mettere fine alla sua vita perché non riusciva più a fare i conti con le pressioni che subiva.