Smarrì il portafoglio al polo Nord mezzo secolo fa: incredibile sorpresa

Aveva decisamente perso le speranze un uomo che, oltre mezzo secolo fa, aveva smarrito il suo portafoglio in una base militare al Polo Nord. Ora l’incredibile sorpresa.

portafoglio dollari
Un portafoglio con dei dollari (Getty Images)

La sua storia poteva essere la storia di molti altri, se non fosse stato per il luogo in cui è stato smarrito il portafoglio. Lui si chiama Paul Grisham, vive a San Diego, ed è un ex soldato statunitense che nel lontano 1967 operava in una base militare USA in Antartide. Oltre un anno a prestare servizio presso la stazione meteorologica di McMurdo a Ross Island, periodo durante il quale perse il suo portafoglio. Nonostante le ricerche iniziali Paul ormai aveva perso le speranze di ritrovare il suo bene; sicuramente non si aspettava che l’avrebbe ritrovato ben 53 anni dopo.

Sembra la trama di un film invece è tutto vero: il portafoglio è ricomparso oltre mezzo secolo dopo il suo smarrimento. Gli “eroi” in questo caso sono stati dei detective amatoriali che, indagando via mail e tramite numerosi messaggi Facebook, una volta in possesso del prezioso bene sono riusciti a scovare quasi magicamente il suo proprietario. E a lui lo hanno riconsegnato, con il buon Paul incredulo per quanto avvenuto.

E all’interno del portafoglio stesso c’erano ancora, praticamente intatte, la patente del scingo Grisham e la tessera della Marina.

Ritrova portafoglio perso al Polo Nord, era venduto in un mercatino

portafoglio vecchio
Getty Images

In realtà il portafoglio era stato ritrovato nel 2014, da alcuni operai che stavano demolendo l’ufficio di Grisham. Un anno fa poi un acquirente aveva scovato il bene in un mercatino di oggetti antichi, attivandosi subito per risalire al legittimo proprietario. Così, dopo un consistente scambio di email, messaggi e lettere, si è riusciti a ritrovare l’originario possessore del portafoglio. Grisham, ai microfoni del San Diego Tribune, ha onestamente confessato di non ricordare nemmeno di aver smarrito il suo bene oltre mezzo secolo fa.

“Sono senza fiato per gli sforzi di tutte queste persone” ha però voluto ringraziare tutti coloro che si sono adoperati per questa “riconsegna” da record.