Mangiato troppo? La soluzione per digerire con l’ingrediente da cucina

Avete mangiato troppo e vi sentite appesantiti? Niente paura! Scopriamo la soluzione per digerire in pochissimi minuti con un ingrediente da cucina: non lo immaginereste mai!

ingrediente per digerire
Foto di Alicia Harper da Pixabay

Quando si mangia tantissimo e si hanno dei problemi di digestione, i rimedi naturali sono sempre efficaci. Le conseguenze di una cattiva digestione sono molteplici: possono verificarsi mal di testa, crampi, nausea ed molto altro. C’è un trucco che non tutti conoscono e che è una vera bomba! Scopriamo insieme di cosa si tratta e l’ingrediente da cucina adatto a questo scopo.

La soluzione ideale per una veloce digestione: il mix efficace con un ingrediente da cucina

dolori addominali come digerire
Foto di Darko Djurin da Pixabay

Per ovviare al problema di una cattiva digestione dopo aver mangiato eccessivamente, c’è un trucco del tutto naturale. La soluzione efficace che vi permetterà di digerire in pochissimo tempo e smettere così di sentirvi gonfi ed appesantiti, si trova in un semplice mix realizzato con un ingrediente da cucina.

Prendete un limone e spremetelo fino ad ottenere il succo. Ora, trasferitelo in un bicchiere ed aggiungete acqua a temperatura ambiente ed un cucchiaino di bicarbonato di sodio. Mescolate e vedrete che si formerà una schiuma. Bevete immediatamente la bevanda mentre la schiuma sale e rimarrete senza parole! Funzionerà in pochissimi minuti!

Un altro rimedio per la cattiva digestione è quello della nonna. Utilizzate una borsa d’acqua calda! In questo modo i vasi sanguigni, all’altezza dello stomaco, si dilatano ed aiutano la digestione. Un’ottima idea per scaldarsi e alleviare i disturbi addominali.

Ovviamente questo non vuol dire che bisogna abbuffarsi a tavola. Evitate di fare pasti abbondanti, pesanti ed esagerati soprattutto a cena; non andate a letto subito dopo aver cenato e soprattutto, la cosa più importante, se la cattiva digestione non dipende dal pasto ed è un problema frequente, allora contattate il vostro medico di fiducia.