Covid-19, il bollettino del Ministero Della Salute del 16 Febbraio 2021

Il Ministero della Salute ha reso noti, tramite il consueto bollettino, i dati dell’epidemia da Covid-19 aggiornati al 16 Febbraio.

bollettino 16 febbraio
Bollettino (Fonte Ministero della Salute)

Il Ministero della Salute ha pubblicato i dati ufficiali del bollettino aggiornato al 16 Febbraio 2021 in merito alla pandemia globale da Coronavirus. I casi di contagio sono saliti a 2.739.591, ossia 10.386 unità in più di ieri. Ancora in calo i soggetti attualmente positivi che ammontano a 393.686 (-4.412),così come i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva: 2.074 in totale e 15 in meno di ieri. I guariti in Italia dall’inizio dell’emergenza sono 2.251.734 (+14.444). Nelle ultime 24 ore si sono registrati 336 decessi che hanno portato il bilancio delle vittime a 94.171.

La morsa del Covid continua a tenere sotto scacco il nostro Paese

bollettino 16 febbraio
Una siringa con il vaccino (Fonte GettyImages)

Mentre in Italia arrivano ulteriori dosi di vaccino, quelle firmate AstraZeneca e Moderna, le autorità mediche chiedono al nuovo Governo l’immediato lockdown. A quasi un anno di distanza dalla prima chiusura generalizzata, che avvenne lo scorso 9 marzo, il pericolo terza ondata aleggia minaccioso sull’Italia e tanti esperti auspicano che Draghi possa ascoltare il loro allarme. Qualche giorno fa Bassetti aveva annunciato che la nuova ondata potrebbe arrivare tra questa settimana e la fine di marzo, ieri Crisanti e Ricciardi quasi in coro hanno evidenziato la necessità di un nuovo “tutti a casa” per proteggersi dalla variante inglese.

Una variante che non sarebbe solo più contagiosa rispetto alla precedente, ma che secondo gli ultimi dati sarebbe anche più letale. Da qui la necessità di istituire un nuovo lockdown, per cercare di contenere quanto possibile i contagi. Un documento figlio di una ricerca congiunta da parte di una task force voluta dalle potenze mondiali evidenzierebbe la preoccupate verità: l’inglese sarebbe più letale del virus originale del 20 o 30%.

Anche da qui la necessità evidenziata dal consulente del Ministro della Salute, Walter Ricciardi, di istituire un lockdown “breve ma mirato“.

POTREBBE INTERSSARTI ANCHE>>> Covid, preoccupante scoperta sulla variante inglese: il documento

Ancora un party illegale in un residence d’Italia: non si rispettano le norme anti Covid

bollettino 16 febbraio
Persone che bevono dei cocktail durante un party (Fonte GettyImages)

A più di un anno dall’inizio del vero “casino”, e cioè dello scoppio della pandemia da coronavirus, alcuni di noi non hanno ancora capito come ci si deve comportare. O meglio: l’hanno capito, ma se ne infischiano di ciò che potrebbe accadere in futuro. Per fortuna c’è la Polizia, l’intervento degli agenti in servizio aiutati dai cittadini del posto.

È successo di nuovo. Al centro dello scandalo c’è il solito party illegale, dove entrano ed escono un numero davvero esorbitante di persone. Questa volta siamo a Napoli, in pieno centro, esattamente in Corso Malta.

Dei cittadini odono delle vere e proprie urla di gioia, schiamazzi da grande festa e avvertono la Polizia. Dopo pochi minuti gli agenti si presentano davanti il portone del residence e bussano senza avere alcuna risposta. La risposta, però, arriva soltanto qualche minuto dopo, il tempo di far sparire qualcosa. Ma è già troppo tardi.