Rocco Casalino, il racconto del crimine spiazza: “E’ arrivata la polizia”

Rocco Casalino racconta un evento drammatico della sua vita nell’autobiografia: un episodio che mise in allerta la polizia

Rocco Casalino
Rocco Casalino (Getty Images)

Rocco Casalino è, ormai, disoccupato. Fino a qualche settimana fa capo ufficio stampa del Presidente Conte; la crisi del governo che ha portato ad un nuovo esecutivo con Mario Draghi premier, ha penalizzato anche l’ex concorrente del Grande Fratello.

L’uomo, nella sua autobiografia, ha raccontato dei retroscena davvero inediti riguardante la sua infanzia e la sua adolescenza. Cresciuto tra la Puglia e la Germania, figlio di genitori emigranti – come, d’altronde, capitato a tanti connazionali – Casalino ha svelato un fatto davvero curioso.

Bravissimo nelle materie scientifiche, a 13 anni – scrive nel libro – provò, con successo peraltro, ad hackerare una banca. Il suo obiettivo era riuscire “ad entrare” in un sistema di sicurezza inaccessibile, non certo per soldi. Ebbene, quel fatto allertò addirittura la Kriminalpoliziei – la polizia criminale tedesca – che interrogò il genitore. “Lasciarono stare quando si accorsero fossi stato io, dopo aver interrogato mio padre” si legge nel libro.

Rocco Casalino e l’esperienza al Grande Fratello

Rocco Casalino
Rocco Casalino (Getty Images)

L’amore per la politica lo ha sempre accompagnato, fin dal 2001 con la candidatura alla Camera ed il sogno di essere eletto, per lui, spento prima ancor di iniziare considerato il ritiro per colpa del panico che lo assalì. Eppure non gli era certo mancato quando – racconta – si propose a Rutelli. “Vediamo cosa si può fare” gli rispose invece Veltroni che, appunto, gli regalò la possibilità della candidatura succitata.

Non manca, ovviamente, anche il capitolo dedicato al Grande Fratello, decisamente importante nella sua vita. “Capii subito le nomination e come funzionava il meccanismo. Ero lo stratega” ha scritto. Giorno dopo giorno Casalino ha costruito la sua strada verso la fase finale del gioco. “Avevo capito come gestire gli altri inquilini nella Casa” ha rivelato.

Rocco Casalino
Rocco Casalino (Getty Images)

Settimana dopo settimana mi era chiaro come restare dentro la Casa per tutta la durata del programma” le parole di Casalino. Una forma mentis che sicuramente l’ha aiutato nel diventare il capo ufficio stampa di Palazzo Chigi.