Clementino in ospedale, l’annuncio preoccupa i fan: le condizioni

Il rapper campano Clementino è stato operato ieri ad Avellino. L’artista lancia un messaggio social a tutti i suoi follower e ringrazia per l’affetto ricevuto.

clementino ospedale
Da Instagram – Clementino con il dottore

Ha fatto preoccupare i suoi fan ma con il messaggio lasciato sui social qualche minuto fa ha tranquillizzato tutti. Clementino è stato operato ieri presso l’ospedale di Avellino, sua città di origine. Niente di grave fortunatamente per l’artista campano che ha voluto ringraziare l’equipe medica che si è presa cura di lui, lanciando un messaggio a tutti i suoi ammiratori. Clementino parla di un “piccolo intervento” al quale è stato sottoposto ieri, niente di particolarmente preoccupante, al punto che l’artista è già stato dimesso.

Il rapper non rilascia informazioni circa la natura del problema che l’ha costretto a sottoporsi all’operazione, ma nel post pubblicato su Instagram appare sorridente mentre con il pollice fa il gesto dell'”ok“. Niente di grave quindi per lui che è già fuori e stasera sarà protagonista di “Stasera tutto è possibile“. Tanta la vicinanza di follower, amici e colleghi, che hanno espresso tutto il loro supporto tramite i commenti sotto al post pubblicato su Instagram.

Clementino, il messaggio che tranquillizza tutti: “Tutt’appost”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da CLEMENTINO (@clementinoiena)

Incassato il sostegno di gran parte dei suoi followers Clementino è già stato dimesso dalla clinica e tra poche ore lo vedremo già in tv in “Stasera tutto è possibile“. Il ringraziamento del rapper a tutti i medici che si sono presi cura di lui, con tanto di foto postate e condivise sul suo profilo Instagram come segno di riconoscenza.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da CLEMENTINO (@clementinoiena)

Di recente il rapper originario di Nola ha parlato della sua vecchia dipendenza dalla cocaina, spiegando come l’intervento dei suoi genitori sia stato decisivo per ripulirsi. “Sapete come funziona, sei un artista, prima te la offrono, poi la compri e a un certo punto non sei più tu. Quando hai un genitore che ti piange in faccia, capisci che devi smettere”.