Maxi assembramento, sabato da delirio in centro: “E’ fuori controllo” – FOTO

Il sabato dell’Italia desta grande preoccupazione sia nella politica che nella sanità. Stanno facendo il giro del web e delle televisioni, infatti, le immagini del maxi assembramento: cosa è successo

Assembramento a Milano
Assembramento a Milano (Screenshot dal servizio Rai)

La situazione in Italia richiede la massima allerta. Nonostante sia iniziata da alcune settimane la campagna di vaccinazione, il Covid-19, infatti, non lascia tregua al Bel Paese, alle prese con nuove impennate di contagi in diverse regioni. Un momento che di certo non può purtroppo permettere di tornare alle solite abitudini, né tantomeno a condurre una vita sociale spericolata.

Eppure in queste ore, le decisioni da parte di molti italiani sembrano andare in senso opposto. Sono molte le immagini che circolano sul web e in televisione di persone in giro per negozi o assembrate davanti ai locali. In particolare, all’ora dell’aperitivo hanno destato sconcerto le immagini di Milano ai Navigli, come riportato dal ‘TG1’. Come si può notare, dall’immagine in alto, sono moltissime le persone per strada anche in centro e non viene rispettato il distanziamento sociale.

LEGGI ANCHE >>> Covid, incubo zona rossa per la Campania: De Luca in diretta – VIDEO

Assembramento Covid, le immagini fanno discutere: il punto

Vista dei Navigli di Milano
Vista dei Navigli di Milano (Getty Images)

Sono quasi le 18 oggi 27 febbraio a Milano e ai Navigli la musica è alta e migliaia di persone sono in giro assembrate. Gli appelli da parte della politica sono caduti nel vuoto. Come sottolinea la voce del giornalista Rai in sottofondo “l’ultimo weekend in zona gialla a Milano è fuori controllo”. Alcuni decidono di andare via, altri dicono che non si aspettavano così tante persone in giro.

E c’è chi si giustifica semplicemente dicendo: “Si può uscire e quindi lo facciamo”. Molta gente circola anche in centro come se la pandemia fosse alle spalle: si sono verificate lunghe file anche per i negozi. L’impennata di contagi delle ultime settimane, da lunedì farà scattare nuove restrizioni in tutta la Lombardia. Secondo gli esperti, il picco si raggiungerà a metà marzo. Eppure molti sembrano aver mollato la presa in un momento cruciale per la lotta alla pandemia.