Matilda De Angelis, il ‘suo’ bacio emoziona tutti: cosa c’è dietro – FOTO

L’attrice Matilda De Angelis porta sul palco di Sanremo il concetto del bacio, come momento storico: un foto ricorda il momento.

Matilda De Angelis Bacio Sanremo
Matilda De Angelis sul palco di Sanremo (Facebook)

Di questi tempi baci e abbracci sono vietati. O meglio è concesso a pochi intimi, solo ai compagni e alle compagne di quel viaggio che è la vita. Un momento storico particolare, quello pandemico, che rimarrà nelle nostre menti e nei nostri cuori per un lungo tempo. Proprio per questo motivo qualcuno ha voluto incentrare il suo monologo sul concetto di bacio.

A farlo è stata l’attrice Matilda De Angelis, direttamente sul palco dell’Ariston. Una dei volti noti che il conduttore Amadeus ha voluto al suo fianco per questo Sanremo 2021. Lei ha scelto di parlare del bacio, di un concetto e di un movimento tanto naturale prima, quanto poco “dato” ai giorni d’oggi. Eppure è solo passato un anno.

E per parlare del bacio in sé e di cosa può rappresentare in determinati periodi storici non poteva che partire da una foto, quella scattata a Times Square il 14 agosto 1945, esattamente alle 17.51. Ma cosa c’è dietro quella foto storica?

Il bacio di Matilda De Angelis: la foto della fine della seconda guerra mondiale

Matilda De Angelis Bacio Foto Seconda Guerra Mondiale
Il bacio tra il marinaio e l’infermiera alla fine della seconda guerra mondiale in quel di New York (Facebook)

Un marinaio che bacia un’infermiera. Al centro di Times Square. Sono le 17.51 del 14 agosto 1945, l’allora presidente degli Stati Uniti d’America, Truman, annuncia che il Paese ha sconfitto il Giappone. La seconda guerra mondiale è finita.

A New York è festa grande. La popolazione scende in piazza, anche se dietro c’è lo sganciamento della bomba atomica, uno degli atti più vergognosi che l’umanità abbia mai potuto vedere. Un marinaio di nome George inizia ad afferrare tutte le ragazze che passano per la strada e le bacia, tra queste c’è anche un’infermiera, di nome Greta, che lavora per uno studio dentistico del centro di New York. Un fotografo, l’artista Alfred Eisenstaedt, è lì, ma non sa come scattare una foto che rimarrà nella storia.

A un certo punto, come da lui stesso testimoniato nel corso della storia, vede questo ragazzo che afferra una donna vestita di bianco. È il momento buono, afferra la sua macchina fotografica e immortala quella che passerà alla storia come la foto del bacio che sancisce la fine della seconda guerra mondiale.