Sanremo 21, Fiorello si trasforma in George Clooney: merito di Amadeus

Rosario Fiorello si trasforma in George Clooney durante la terza puntata di Sanremo grazie all’intervento del padrone di casa Amadeus. 

fiorello ride
Fiorello, co-conduttore di Sanremo (Instagram)

La genialità artistica di Fiorello fa centro anche durante la terza puntata del festival di Sanremo. Con un esilarante fuori programma catalizza ancora tutta l’attenzione su di sé, come solo un vero mattatore sa fare.

Fiorello è la spalla di Amadeus da due edizioni consecutive del festival. Il carisma coinvolgente dell’artista siciliano è, infatti, uno degli ingredienti del successo della manifestazione canora di questi ultimi anni.

Che le gag proposte dai due amici sul palcoscenico avrebbero conquistato il pubblico si era capito sin dallo spot televisivo di Sanremo 2021. La scena della pubblicità si apriva con Amadeus al bancone di un bar. Questi, guardando Fiorello con una tazzina di caffè in mano, non riusciva a smettere di ridere e ad andare avanti col copione. Segno evidente, questo, di una speciale sintonia fra i due artisti, che il pubblico in platea e a casa riesce a percepire appieno ogni volta che Amadeus e Fiorello entrano in scena.

L’esilarante siparietto di Amadeus e Fiorello durante la terza puntata di Sanremo ’21

Durante il terzo appuntamento di Sanremo 2021, Fiorello riesce a catturare l’attenzione entrando in scena con un fuori programma, tenendo un rasoio in mano. Rivolgendosi ad Amadeus, l’artista siciliano chiede che gli vengano tagliati i baffi. Amadeus spiazzato acconsente al desiderio di Fiorello che, una volta raggiunto il risultato, afferma soddisfatto: “D’Alema ciao, torno Clooney”, riferendosi al fatto che senza i caratteristici mustacchi non sarebbe più stato somigliante al noto politico bensì alla celebre star hollywoodiana.

Una volta completata l’operazione di rasatura, portata a termine direttamente dal conduttore, Fiorello sogghigna beffardo: “Chiamatemi George”.