“Omofobo e machista”: il Partito Gay contro Ibrahimovic, l’accusa – VIDEO

Non è andata giù al Partito dei Gay una battuta pronunciata da Zlatan Ibrahimovic nella serata di ieri a Sanremo. L’attaccante svedese sul palco come in campo divide in due l’opinione pubblica.

Ibrahimovic a Sanremo
Ibrahimovic a Sanremo (Getty Images)

La sua presenza come spalla del conduttore Amadeus era uno dei motivi di maggior attesa e interesse per questo festival di Sanremo. Sin dal momento dell’annuncio della partecipazione dell’attaccante del Milan alla kermesse canora in tanti si sono detti curiosi di vedere le performance da “intrattenitore” del giocatore svedese, molti altri invece sono stati titubanti sin dalla prima ora. Sul palco dell’Ariston così come in campo Ibra divide l’opinione pubblica di tifosi e non, tanto che dopo due serate di partecipazione a Sanremo (quella di ieri con il “brivido”) già si può trarre un bilancio della sua presenza.

Un po’ ingessato, comprensibilmente, ma comunque sempre nel personaggio. Ibra anche sul palco ha tenuto fede alla sua personalità e icona da duro, forse un po’ troppo accentuata dalle battute che hanno scritto per lui. In particolar modo una non è andata giù al Partito dei Gay. Ma quale frase è finita al centro della bufera?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> “Così ho portato Ibra a Sanremo”, il racconto del motociclista

Il Partito dei Gay attacca Ibrahimovic; la battuta incriminata

Ibrahimovic, spiegando come sarebbe stato il suo Sanremo organizzato nell’abitazione in cui vive, si lascia andare a una battuta che non è andata giù a tutti. “Cantanti in salotto, ragazze con Zlatan, tu in cucina a prepararmi il caffè. E Achille Lauro lo mettiamo in garage a controllare le macchine”. Un’uscita che è stata pubblicamente condannata dal portavoce del Partito dei Gay Fabrizio Marrazzo, che mette in evidenza il tono “denigratorio e machista” dell’attaccante del Milan.

Un mix tra la reale personalità di Ibra, sempre duro nei toni e nei commenti anche quando parla di calcio, e il personaggio che a Sanremo gli è stato costruito intorno alla sua natura da alpha. Non tutti, però, hanno digerito le battute di Zlatan sul palco dell’Ariston.