Covid, nuovo record di morti: i dati sono terrificanti

Non si ferma la paura davanti le vicende, in termini soprattutto di morti, in relazione alla situazione del Covid: un altro record sconvolge la popolazione.

Covid Nuovo Record Brasile
Operatori sanitari in azione in Brasile ai tempi del Covid-19 (Getty Images)

Se c’è una cosa che abbiamo capito è che una pandemia non si batte in pochi giorni, o meglio in pochi mesi. Molti di noi, studiando anche le carte del passato, era pronti a questo tour de force e sapevano che la vicenda non si sarebbe liquidata in poco tempo. Altri, invece, con la scusa del “Andrà tutto bene” hanno sperato fin troppo male e presto che tutto ciò finisse nel breve periodo.

Ma, date le ipotesi che avanzano sull’origine di questo virus a livello “naturale”, allora di sperare c’è ben poco. Perché la speranza è figlia della disperazione ed è un termine della passività. Più che altro prendere atto che la battaglia è ancora lunga. E in una battaglia, alla fine, quelli che si contano sono sempre e solo i morti, purtroppo.

E quest’oggi parliamo proprio di morti a suon di record, negativo, che ha colpito e ha lasciato sotto shock un’intera popolazione. Le varianti non arrestano il loro corso, la pandemia è tutt’altro che superata.

Il record di morti in relazione al Covid arriva di nuovo dal Brasile

Record Covid Morti Brasile Bolsonaro
Jair Bolsonaro alle prese con una mascherina infilata male (Getty Images)

Mentre l’Italia si prepara a un’ulteriore e totale stretta, su spostamenti e attività lavorative, dalle altre parti del mondo la situazione non è certo delle migliori. Ci concentriamo sul Brasile, una delle nazioni più colpite e deturpate dalla odierna pandemia.

A distanza di poco più di una settimana, arriva un altro record di morti con la nazione verde-oro di nuovo KO. Lo scorso 3 marzo si era registrato il nuovo record di vittime in una sola giornata. Ora, invece di parlare di record, si dovrebbe parlare di vera e propria catastrofe.

Nel giro di sole 24 ore, in Brasile sono morte ben 2.286 persone, mentre i contagi sono stati 79.876. Numeri che fanno scorrere i brividi su tutto il corpo solo a vederli, figuriamoci a pronunciarli. La situazione è davvero fuori controllo. Ricordando, infine, che i dati poc’anzi citati vengono forniti dal continuo lavoro del Consiglio nazionale delle segreterie di salute (CONASS).