Covid, Istituto superiore di sanità in fiamme: i dettagli

Ieri sera hanno cosparso di liquido infiammabile l’Istituto superiore di sanità a Roma e gli hanno dato fuoco, i carabinieri indagano sulla vicenda

Portone Istituto Superiore di Sanità a Roma
Portone Istituto Superiore di Sanità a Roma (Screenshot video Youtube)

I fatti si sono svolti nella serata di ieri 14 marzo 2021. Il portone d’ingresso dell’Istituto superiore di Sanità a Roma è stato incendiato dopo essere stato cosparso di liquido infiammabile. A dare l’allarme sono stati i custodi.

Si sono subito dati alla fuga i responsabili dell’assurdo gesto, immediato è stato l’intervento dei carabinieri sul luogo della vicenda. Gli agenti indagano per cercare di identificare coloro che hanno incendiato il portone d’ingresso dell’Istituto superiore di Sanità. Le fiamme hanno inevitabilmente danneggiato il portone, molto fumo è entrato dentro l’istituto. Quando è stato appiccato il fuoco da poco tempo alcuni dipendenti erano andati via.

I carabinieri stanno visionando le immagini delle telecamere posizionate nelle vicine strade dell’Istituto superiore di sanità. Queste potrebbero aver immortalato chi ha dato fuoco al portone.

l’Istituto superiore di sanità a Roma in fiamme, il presidente chiede ai dipendenti di fare più attenzione

Carabiniere
Carabiniere (Fonte Getty Images)

Dopo ciò che è successo Roberto Speranza ci ha tenuto a commentare la vicenda tramite un post pubblicato sul suo account Facebook. A detta sua gli atti intimidatori contro l’Istituto Superiore di Sanità sono inaccettabili, ha poi manifestato il suo sostegno e la sua gratitudine a Silvio Brusaferro, a tutte le donne e gli uomini dell’ISS. A detta sua è straordinario il lavoro che ogni giorno svolgono a servizio del Paese. Ha poi concluso dicendo che il nemico è il virus, non chi si impegna a combatterlo.

Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro e il direttore Andrea Piccioli ai dipendenti dopo l’incendio hanno raccomandato di prestare massima attenzione e vigilanza.