Disservizi per il vaccino Covid, visita di Morra: alta tensione e malore

Nicola Morra è intervenuto negli uffici dell’Asp di Cosenza. Toni alti per il parlamentare, mentre qualcuno in ufficio ha accusato un malore

Nicola Morra
Il presidente della Commissione Antimafia  Nicola Morra (Facebook)

L’intervento di Nicola Morra all’Asp di Serra Spiga è stato duro. Lo riferisce il portale calabrese Lacnews.it, che ha descritto per filo e per segno l’andamento del “blitz”. Da quanto si apprende infatti, pare che il parlamentare con tanto di scorta, sia intervenuto negli uffici del Dipartimento di prevenzione dell’Asp di Cosenza, con sede appunto a Serra Spiga – sede della centrale operativa -, per presunte inefficienze sui vaccini covid.

Il senatore, con tanto di agenti di scorta, avrebbe fatto irruzione negli uffici chiedendo documenti e carte ai dirigenti. Quello che avrebbe denunciato Morra sarebbero i disservizi di prenotazione telefonica, nonostante oramai le prenotazioni avvengano sulle piattaforme digitali. Il presidente della Commissione Antimafia avrebbe inoltre lamentato inefficienze varie nelle somministrazioni dei vaccini.

Cosenza, Nicola Morra all’Asp di Serra Spiga: malore in ufficio

Nicola Morra
Il presidente della Commissione Antimafia Nicola Morra (Facebook)

Dopo i vari diverbi, secondo quanto si apprende anche molto accesi, il presidente della commissione Antimafia avrebbe discusso animatamente con un dirigente dell’Asp, Mario Marino. Il dirigente – sempre secondo quanto si apprende da lacnews.it – avrebbe accusato un malore dopo la discussione.

Il senatore Morra avrebbe infine telefonato con il suo cellulare anche al viceministro Pierpaolo Sileri, al commissario ad acta Guido Longo ed al commissario dell’Azienda Sanitaria Vincenzo La Regina, contattati in sequenza dal suo cellulare. Il parlamentare ha dunque lamentato le varie inefficienze dell’Azienda Sanitaria Provinciale, riguardanti tutta la gestione della pandemia, non solo le somministrazioni dei vaccini covid.