Incidente per Ignazio Moser: su Instagram svela le sue condizioni

Incidente sfortunato per Ignazio Moser. L’ex ciclista tramite le sue storie su Instagram ha svelato le sue condizioni di salute: come sta

Ignazio Moser
L’influencer Ignazio Moser (Instagram)

Disavventura per Ignazio Moser, nella giornata di ieri. Il noto influencer infatti si è come si suol dire “spaccato” il sopracciglio, per la più classica delle ferite al volto. Fortunatamente solo una botta e qualche punto di sutura in un punto del viso sempre esposto, il primo a essere colpito, durante una partita di padel. L’incidente a Catania per il compagno di Cecilia, che si trovava nella città etnea per un torneo.

E’ stato lo stesso Moser a condividere l’accaduto con i proprio fan, nella tarda mattinata di ieri. La ferita a onor del vero era abbastanza impressionate a primo impatto, ma successivamente anche Ignazio ci ha scherzato su, tranquillizzando i fan sulle sue condizioni di salute. Qualche punto, un po’ di stordimento e tanti ringraziamenti al dottore che lo ha curato per il pronto soccorso ricevuto.

Ignazio Moser, l’arte si incarna: la foto in bianco e nero

Ignazio Moser, storie Instagram
Ignazio Moser, storie Instagram (Screenshot)

Da bravo personaggio del web, Ignazio ha dunque approfittato della situazione per uno scatto irripetibile. Come poteva un influencer come lui farsi sfuggire l’occasione di condividere una foto così originale? Prima Ignazio ha condiviso una foto in macchina, mentre si tamponava la ferita, scrivendo: “Dovreste vedere come sta l’altro!”. Nella giornata di ieri, l’ex ciclista trentino ha inoltre condiviso un secondo scatto in bianco e nero, quasi splatter, con il sangue che colava dal suo volto.

Poche ore fa invece il ragazzo ha condiviso un’altra foto, sempre dalle sue storie (LINK QUI), dove ha documentato l’andamento della guarigione della ferita. Occhio destro gonfio e una ferita sul sopracciglio, niente di grave per Moser dunque fortunatamente, che ha scritto ironicamente: “Buongiorno da parte mia e dal mio occhio nero”.