Mahmood, critiche per le dichiarazioni sull’omotransfobia: social scatenati

Il cantante Mahmood è intervenuto in una recente intervista sulla legge contro l’omotransfobia. Le sue parole hanno fatto molto discutere sui social

Mahmood
Il cantante Mahmood (screenshot Instagram)

Nelle ultime ore diversi artisti si sono schierati nella battaglia all’omotransfobia. Elodie, Fedez e altri cantanti hanno rilasciato dichiarazioni tramite social a favore della Legge Zan, e nelle ultime ore è intervenuto anche Mahmood. L’artista, in una recente intervista a La Repubblica, ha però forse sbagliato modo di esprimersi, prestando il fianco all’ira dei social. Se Fedez ha parlato della legge nella veste di padre, ed Elodie ha continuato sul filone delle critiche anche forti, l’ex vincitore di Sanremo ha scelto un approccio diverso, rilasciando un’intervista a La Repubblica.

Il cantante però, ha fatto molto discutere parlando di omosessualità come una scelta. E’ stato questo che ha scatenato l’ira degli utenti sul web. Ecco cosa ha detto: “Essere omosessuali è una scelta indipendente e libera, a volte ci si nasce proprio”. Poi ha parlato anche delle intimidazioni che si ricevono a scuola, non solo attinenti all’orientamento sessuale.

Mahmood sulla Legge Zan: “Essere omosessuali è una scelta”

Mahmood
Il cantante Mahmood (Instagram)

Ci affidiamo alla buona fede delle dichiarazioni del cantante Mahmood, che nel voler difendere i diritti della gente, ha forse sbagliato nelle parole. Magari non nel concetto, visto che la parole testuali e da un punto di visto letterale sono sicuramente errate, ma il ragazzo intendeva probabilmente dire che ognuno ha il diritto di essere ciò che vuole, non “scegliere” il proprio orientamento sessuale.

Intanto su Twitter sono già moltissimi i post contro l’artista, che al momento non ha ancora replicato. La frase si presta sicuramente a fraintendimenti, ma in ogni caso Mahmood si era pronunciato in favore dei diritti delle minoranze, e a favore anche dell’approvazione della legge.