Tredicenne spara e rischia grosso: chi voleva uccidere

Un tredicenne spara a un uomo, rivale in amore di suo zio, che non è in pericolo di vita. Ora il ragazzo è stato a lungo ascoltato dagli inquirenti

Tredicenne spara dietro ordine dello zio
Carabinieri intervenuti (fonte: Getty Images)

Vai e sparagli“: è con quest’ordine che un uomo di 27 anni ha ordinato a suo nipote di soli 13 anni di uccidere un altro uomo, probabilmente suo rivale in amore. La vittima, un operaio 31enne di Montichiari, nel Bresciano, sarebbe stata raggiunta da un proiettile alla spalla lo scorso venerdì sera, mentre passeggiava. Fortunatamente è stato solo gravemente ferito e, ricoverato in ospedale, non è in pericolo di vita.

A colpirlo una persona che si è avvicinata a lui in sella a una bicicletta, allontanatasi immediatamente dopo aver esploso il proiettile. Le indagini hanno poi accertato che a sparare è stato proprio il ragazzino 13enne, dietro ordini dello zio che pensava di farla franca coinvolgendo suo nipote direttamente.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Lite sui social finisce in tentato omicidio: grave accusa per il diciottenne

La posizione del tredicenne che ha sparato al rivale di suo zio

L’idea di coinvolgere il nipote minorenne deriva dal fatto che questo non sarebbe giudicabile per legge a causa della sua età. Per cui i carabinieri in queste ore hanno fermato il 27enne con l’accusa di tentato omicidio e di detenzione illegale di arma da fuoco. Per l’accusa di tentato omicidio, in concorso, risponde anche il ragazzino la cui posizione è in queste ore al vaglio degli inquirenti.

Fondamentali per l’esito delle indagini sono state le testimonianze dei passanti che si trovavano sul luogo al momento dell’aggressione, ma anche della vittima che è stata ascoltata dagli investigatori nella giornata di ieri e del 13enne, anche lui convocato per essere interrogato.

Questo il commento all’accaduto del sindaco di Montichiari, in provincia di Brescia.

Notizie che fanno molto male a Montichiari e non voglio aggiungere altro.

Pubblicato da Marco Togni Sindaco di Montichiari su Domenica 4 aprile 2021