iPad 2: il dispositivo meno usato per caricare foto su Flickr

Abbiamo assistito ad una vera e propria guerra che si svolgeva fuori gli Apple Store. Ogni persona cercava di divenire uno dei fortunati possessori del tablet della mela: l’iPad 2. Gli utenti farebbero di tutto per i dispositivi dell’azienda, a confermare tale tesi possiamo sottolineare la tremenda, e assurda, rissa scatenatasi poco tempo fa fuori un negozio Apple in Cina. La folla è arrivata addirittura a distruggere la porta dello store pur di entrare.

Ne vale davvero la pena? Senza soffermarci su questi comportamenti che evidenziano quanto l’umanità sia devota alla materialità, possiamo affermare, senza dubbio, che l’iPad 2 non un prodotto perfetto, ma anzi ha delle problematiche.

Oltre degli strani difetti come il fascio di luce eccessivo lateralmente, ricordiamo che ci furono molte lamentele riguardo la fotocamera che doveva risultare portentosa. Il suo uso così risulta se si vogliono fare dei filmati, ma la resa è decisamente inferiore se si scattano delle fotografie. Addirittura alcuni test affermano che dovrebbe avere una risoluzione di soli 0.92 MegaPixel.

Rimane, comunque, un tablet ultra venduto eppure il maggiore portale fotografico lo vede in fondo alla classifica dei dispositivi meno usati, stiamo parlandi di Flickr dove gli utenti caricano i propri scatti. Solitamente si vedono una marea di foto effettuate con i device Apple, ma non con con l’iPad 2. Sul sito sono presenti circa 51.331.761 foto scattate con iPhone, mentre con la seconda versione della tavoletta solo 12.570. La media, dunque, vede coinvolte circa 24 persone al giorno che caricano istantanee fatte con l’iPad, contro i 10.151 utenti che inseriscono foto scattate con iPhone 4 ed altri device Apple.

Bisogna, però, sottolineare che l’iPad 2 non è l’unico tablet a riportare un risultato così scadente, basti pensare che la media degli utenti che caricano foto scattate con il Motorola Xoom su Flickr è di sole 4 persone al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *