Come realizzare le Jack O’ Lantern: le zucche intagliate simbolo di Halloween

Sta per arrivare la festa più macabra dell’anno: Halloween. Siete pronti per festeggiare al meglio questa notte da paura?

Per organizzare al meglio una festa di Halloween serviranno tantissimi gadget a tema: ragni e ragnatele, teschi, tombe, streghe, fantasmi, scheletri e tutto quello che di pauroso possa evocare questo evento. E poi ancora disegni e festoni da appendere ai muri o alle porte, maschere terrificanti per il travestimento e inviti particolari da realizzare, magari a forma di fantasma o di pipistrello. Ma per creare l’atmosfera degna del miglior Halloween non possono mancare le Jack O’ Lantern  ossia le tipiche lanterne ottenute svuotando e intagliando il classico ghigno (o faccia paurosa) su zucche lisce e tonde.

Come realizzare questo tipico simbolo di Halloween? Scegliete innanzitutto una bella zucca, lavatela e poi strofinatela accuratamente con un panno umido e un po’ di alcool. Disegnate sulla parte superiore quello che poi sarà il coperchio della vostra lampada (meglio – per il taglio – che sia di forma esagonale o pentagonale al posto del classico cerchio), tagliatelo, ripulitelo dai filamenti e tenetelo da parte. Iniziate poi a svuotare la zucca con un cucchiaio facendo attenzione a non rendere le pareti troppo sottili.

Attenzione: non buttate via la polpa, vi sarà utile per preparare gustosi piatti per il vostro menù di Halloween! Scegliete ora la parte migliore della zucca dove intagliare il viso e date sfogo alla vostra fantasia, avendo come unica accortezza quella di non fare “buchi” troppo vicini tra di loro che rischierebbero di rompere la zucca. Limate infine tutti i bordi intagliati e procedete a dar vita alla vostra lanterna mettendo al suo interno una o più candele bianche a seconda della grandezza della zucca e richiudete con il coperchio realizzato all’inizio. Piccolo consiglio: per rendere più facile la fase di svuotamento della zucca e per rendere quest’ultima più stabile, potete anche decidere di tagliarne il fondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *