Rintraccia la tua fotocamera grazie al servizio dei dati EXIF

Perdere la propria macchina fotografica può essere un duro colpo non solo per i grandi appassionati ma, anche per gli utenti che negli ultimi anni si sono dilettati con la fotografia, grazie alle nuove fotocamere digitali che agevolano molto il lavoro dei meno esperti. Oggi conosciamo due servizi che potrebbero aprire la speranza di numerosi cuori infranti e alimentare la possibilità di ritrovare la propria fotocamera digitale.

Parliamo di due servizi specifici che si avvalgono della registrazione dei dati EXIF: Cameratrace e Stolencamerafinder. Questi due siti non promettono nulla ma danno ai legittimi proprietari la speranza di poter ritrovare la loro fotocamera digitale a patto che il nuovo fruitore carichi nel web le sue fotografie scattate con la macchina fotografica protagonista della sfortunata vicenda.

I due siti si mettono a disposizione del cliente con il servizio della raccolta dati EXIF, alcuni di questi sono a pagamento, ci riferiamo al Cameratrace, che chiede il pagamento di 10 dollari compreso l’invio di una e mail che dichiara di aver ritrovato i dati della fotocamera perduta. Ecco come avviene questo processo di riconoscimento: si prende come campione uno scatto eseguito dal legale proprietario della macchina fotografia, da questo si estraggono i dati EXIF e quello del relativo al numero di serie, tipico di ogni fotocamera digitale. Successivamente, questo è sottoposto a paragone con le migliaia di fotografie caricate nel web, nei vari siti specifici, come per esempio Flickr. Con questo meccanismo si è in grado di identificare le fotografie scattate con la tua macchina fotografica che sono state caricate dal proprietario abusivo.

Il sito Stolencamerafinder inizialmente esegue il caricamento in modo gratuito, chiede il pagamento per quanto riguarda gli eventuali passaggi successivi. Questo metodo però va detto che presenta dei limiti che potrebbero compromettere il ritrovamento della propria macchina fotografica. Per esempio non possono essere ritrovate le fotocamera digitali Sony, in quanto questo non registra i dati EXIF; inoltre anche le fotografie caricate su Facebook non possono essere individuate perché gli EXIF nel momento dell’upload sono totalmente cancellati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *