Colpisce il suo cane con un coltello per 11 volte: denunciato dalla vicina di casa

Aveva impugnato un coltello per colpire il suo cane, un cucciolo di 14 settimane di nome Taz. Lo aveva colpito ben 11 volte e forse avrebbe continuato a sferrare colpi se non fosse stato fermato in tempo dalla Polizia di Abilene.

È accaduto in Texas dove un uomo di 42 anni, Larry Dollins jr, ha accoltellato il suo cane proprio fuori dalla sua piccola abitazione. Ad allertare le forze dell’ordine è stata la vicina di casa Cheryl Ascot, che ha assistito spaventata e incredula alla scena.

La donna avrebbe intimato più volte all’uomo di lasciar stare il cane, ma sembrerebbe che questo non le abbia dato ascolto. Anzi dopo aver accoltellato più volte il cane, si sarebbe avvicinato alla casa della donna con il cane in braccio. In seguito all’intervento della Polizia, l’uomo è stato arrestato e portato subito in prigione.

Secondo le leggi americane un gesto come questo è considerato un crimine di Stato ed è punibile con la reclusione da 180 giorni fino a 2 anni, oltre al pagamento di una multa pari a 10.000 dollari. L’uomo è attualmente detenuto nel carcere di Taylor County ed è accusato di crudeltà verso gli animali.

Il cane è stato prontamente portato in una clinica veterinaria dove gli sono state date le prime cure. I veterinari sono ottimisti riguardo la sua ripresa e si cerca già chi possa adottare questo cucciolo sfortunato.

Secondo lo psicoterapeuta Marc Orner, Dollins potrebbe aver agito in questo modo perchè sfogare la propria aggressività su un animale indifeso lo avrebbe fatto sentire più forte. Alcuni amici e vicini di casa dell’uomo hanno dichiarato di aver notato dei cambiamenti nel comportamento di Dollins nell’ultimo periodo.

Dalla prigione l’uomo si difende affermando di amare il suo cane, ma di aver agito in quel modo perchè il suo Taz soffriva di vermi intestinali e lui non poteva permettersi cure veterinarie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here