Cani intrappolati nella tana di un tasso: salvati dagli speleologi

Si erano intrufolati nella tana di un tasso per inseguire una volpe. Ma dopo essersi addentrati nello stretto cunicolo, non sono più riusciti ad uscire.

Protagonisti di questa storia sono tre Jack Russel terrier: Boosta, Ettore e Aurora. I tre cani si trovavano con il loro padrone nella riserva di caccia Maranzana, in provincia di Asti. Durante la battuta di caccia, i cani sono stati attirati dalle tracce lasciate da una volpe e hanno cominciato ad inseguirne la pista. L’ingresso della tana in cui sono rimasti intrappolati era abbastanza ampio per il loro passaggio, ma una volta entrati all’interno per loro è stato impossibile tornare indietro.

I soccorsi sono stati allertati poco dopo. Le operazioni di salvataggio si sono rivelate piuttosto complesse in quanto i tre cani si trovavano incastrati sotto un metro e mezzo circa di neve e terreno. Impossibile quindi capire esattamente la loro posizione all’interno della tana. Il giorno successivo a quello dell’inizio delle operazioni di salvataggio, il proprietario dei tre cani, Paolo Guaschino, è riuscito a riconoscere uno dei tre esemplari dall’abbaio rilevato grazie ad un potente strumento utilizzato dai Vigili del Fuoco .

Il sindaco Paolo Porta ha inoltre allertato il Corpo degli Alpini e grazie all’intervento di cinque esperti speleologi i tre cani sono stati portati fuori dalla tana sani e salvi. Durante i soccorsi è intervenuta anche una squadra d’emergenza proveniente da Alessandria. Gli stretti cunicoli sono stati allargati e i cani sono stati avvicinati e richiamati dalle voci dei soccorritori.

Una mobilitazione coordinata ed efficiente che ha permesso a Boosta, Ettore e Aurora di poter tornare di nuovo a casa con il loro padrone dopo aver trascorso quasi due giorni sotto terra.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here