Uccidono un cane a bastonate e se ne vantano su facebook

Il potere di diffusione dei social network è ormai sotto gli occhi di tutti. Se da un lato questo permette di intrattenere rapporti con amici e parenti in tutto il mondo, da un altro può diventare uno strumento pericoloso attraverso il quale ragazzini privi di senso del pudore e della pietà si vantano con il mondo intero delle loro macabre imprese.

È accaduto troppe volte, e continua ad accadere ancora oggi. Ancora una volta il canale comunicativo usato da questi delinquenti è facebook e ancora una volta sono le foto dei loro gesti ad essere pubblicate senza un briciolo di vergogna.

L’immagine pubblicata sul web ritrae quello che resta di un povero cane randagio, bastonato e pestato a sangue, tanto da rendere il suo corpo quasi irriconoscibile. La foto sarebbe stata pubblicata sul profilo di un ragazzo di origini romane di nome Mattia, che attualmente vivrebbe a Lecco. La denuncia alla Polizia Postale e ai Carabinieri è scattata in seguito alla condivisione dell’immagine da parte di una ragazza di 12 anni che avrebbe visto la foto pubblicata su facebook e l’avrebbe diffusa tra gli amici per denunciare quanto accaduto.

La foto ha destato ovunque sdegno e rabbia, ma l’autore del raccapricciante gesto sembra andarne fiero. Sul suo profilo di facebook ha scritto: “Haahh… io e i miei soci lo abbiamo trovato abbandonato e guardate come lo abbiamo conciato!”.

È inaccettabile che queste cose possano accadere ed è anche inaccettabile che non ci sia la possibilità di controllare le immagini che ogni giorno vengono condivise con tanta facilità nei social network, portando alla facile esaltazione di criminali di questo tipo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *