Vettel: “Meglio la seconda sessione della prima, ma abbiamo girato poco”

La Red Bull non poteva certo aspettarsi un’inizio di stagione così negativo con due sessioni di prove libere che lasciano alquanto perplessi. Al termine della seconda sessione le due monoposto hanno chiuso in decima e undicesima posizione. Ovviamente, non può esserci molta felicità all’interno del team per questi risultati ma comunque Vettel non si è lamentato molto di quanto visto oggi.

Infatti, secondo il pilota tedesco la sua monoposto è migliorata nella seconda sessione di prove rispetto alla prova mattutina (che praticamente si è corsa in piena notte secondo il fuso orario italiano). Poi però è arrivata la pioggia che ha sconvolto letteralmente i piani della scuderia austriaca (ma anche delle altre).

I pochi giri percorsi nel pomeriggio non sono stati soddisfacenti né per quanto riguarda i tempi ottenuti né per quanto riguarda la possibilità di capire le prestazioni delle altre vetture.

Vettel, infatti, ha dichiarato che bisogna prima analizzare le velocità dei rivali e fare le dovute considerazioni in merito a quale scuderia abbia utilizzato il DRS e chi, invece, ha corso senza. Solo in un secondo momento si potrà pensare a quali monoposto hanno corso con il serbatoio pieno o vuoto.

Se in casa Ferrari ci sono serie perplessità dopo queste prove di qualifica, alla Red Bull la situazione non è migliore quindi. Ma anche alla McLaren ci sono alcuni dubbi dopo i pessimi risultati ottenuti nella seconda sessione di prove, infatti, Lewis Hamilton ha dichiarato di prevedere una gara a ritmi serrati tra McLaren, Red Bull, Ferrari e Mercedes.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here