Sciopero dei trasporti: orari e fasce di garanzia nelle principali città

Disagi nelle principali città per lo stop nazionale di autobus e metropolitane.

Un lunedì nero questo 3 giugno per la viabilità in città, segnato in tutta Italia dallo sciopero dei trasporti pubblici. A Roma a fermarsi è la metro A, mentre per gli autobus, tram e ferrovie sono previsti ritardi e soppressioni di corse. Lo sciopero è cominciato stamane nella Capitale, intorno alle 8.30 e si prevede, durerà fino a sera. Uno stop di 24 ore proclamato dalla Fast Confsal (Confederazione generale dei sindacati autonomi dei lavoratori) che coinvolge i dipendenti dell’Atac e del Consorzio Roma Tpl Scarl.

Assicurate, in ogni caso, le corse nelle fasce di garanzia: dalle 17 alle 20.
Disattivate, invece, le ztl diurne del centro e di Trastevere. Allo sciopero della Fast Confsal, se ne aggiungerà un altro; anche questo di 24 ore indetto dalla Filt-Cigl, Fit-Cisl e UilTrasporti per i dipendenti della Trotta Bus Services del Consorzio Roma Tpl che riguarda le linee 077, 218, 702, 720, 721, 764, 767 e 768. Anche l’Agenzia per la mobilità sarà interessata da uno stop dei servizi. Lo sportello di piazzale degli Archivi (Eur), infatti, resterà chiuso al pubblico; il call center, invece, resterà attivo ma con una sensibile riduzione del personale.

Lo stato dei servizi nella Capitale è, dunque, il seguente:

Metro A: chiusa
Metro B: regolare
Ferrovia Roma-Viterbo: regolare
Ferrovia Termini-Giardinetti: attiva ma con riduzione corse
Roma-Lido: attiva ma con riduzione di corse
Tram e autobus: ritardi con possibili cancellazioni di corse.

A Milano lo sciopero è previsto dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio.

A Firenze l’agitazione è stata proclamata per 24 ore sempre dalla Fast Confsal.

A Napoli i mezzi sono fermi dalle 8.30 e riprenderanno il servizio dalle 17 alle 20.

A Torino sono stati sospesi dopo le 8 e riprenderanno dalle 14.30 alle17.30

A Bologna, i disagi dovrebbero essere limitati in quanto, lo sciopero è stato spostato a data da destinarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *