Eurolega 2013: Milano perde ma trova Hackett

Una sconfitta indolore, un regalo gradito. Nell’ultima giornata della fase a gironi di questa Eurolega 2013, stop non del tutto inatteso per gli uomini di Banchi in terra francese. Lo Strasburgo si impone 76 a 67, con Milano già sicura del posto al round successivo.

Gli uomini di Collet controllano la partita dal primo quarto, regolando una Milano priva di alcuni pezzi importanti, Samuels e Moss, e aggiudicandosi l’intera posta in palio. Successo insignificante vista la classifica del girone già decisa che vedeva i francesi relegati all’ultimo posto, con il solo obiettivo di rendere meno amara una campagna europea non certo di prim’ordine.

L’assenza di Ajinca stimola ancor di più l’orgoglio dello Strasburgo, intenzionato a chiudere con una vittoria questa partecipazione alla Eurolega 2013. Abromaitis sale in cattedra e si rivela degno sostituto del pivot tornato anzitempo negli Stati Uniti. Pessime percentuali da tre per Milano (8/31) ma il ritmo blando e l’intensità mancante sono segnali inequivocabili di un approccio fin troppo morbido alla partita.

Per i francesi il sopraccitato Abromaitis chiude con 23 punti e 5 rimbalzi, Duport sfiora la doppia-doppia con 14 e 9 rimbalzi mentre Diot mette a referto 7 punti e 5 assist. In casa Armani Jeans giornata di riposo per Langford, solo 9 punti, mentre Jerrells segna 17 punti con 3 assist, evidentemente stimolato dagli sviluppi di mercato.

Milano è infatti alla stretta finale per l’acquisizione del cartellino di Daniel Hackett: un corteggiamento durato tutta l’estate e che ora trova finalmente la consacrazione. Il play ex Montepaschi ritroverà coach Banchi, Moss e tanti elementi della nazionale azzurra. Un addio doloroso, segnato dalle lacrime nel post partita contro il Malaga, ma inevitabile, dato che le casse senesi piangono e il giocatore vuole giocarsi fino in fondo le sue chance anche in questa Eurolega 2013.

L’Olimpia verserà la cifra pattuita per il buyout e sono alte le possibilità che anche Haynes venga coinvolto nella trattativa, con il suo possibile trasferimento in casa Mens Sana. Un innesto importante quello di Hackett, che dovrà caricarsi immediatamente la squadra sulle spalle per dare sicurezza ad un reparto guardie parso fin troppo limitato, con Jerrells quasi mai convincente.

Per l’Olimpia prosieguo di questa Eurolega 2013 particolarmente tosto. Nel girone E delle Top 16 troverà corazzate come il Barcellona, il Fenerbache e l’Olympiacos, con le imprevedibili Efes e Panathinaikos nelle vesti di mine vaganti. Il tempo di inserire nei meccanismi il nuovo play e Milano sarà pronta a dar battaglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *