Regali di Natale: sì alla fantasia, no al riciclo

Natale è alle porte. Alle porte davvero. Mancano solo 5 giorni, ma io sono convinta che c’è ancora qualcuno che deve ancora acquistare quei 5-10-15 regali.

Questo 2013, più dell’anno precedente, ci ha visti vittime innocenti di una strage preannunciata: la strage che ha dilapidato i nostri conti corrente. Aumento dell’iva, tasse, rifiuti, IMU, non IMU, disoccupazione. C’è anche chi, come mio padre, si è ritrovato esodato dopo anni di duro lavoro. Esodato, senza pensione, senza un cinin di terra ferma su cui poggiare i piedi e sentirsi sicuro. Ecco, questo preambolo solo per dire che se per questo Natale 2013 le nostre braccia si son fatte per magia molto più corte del solito, la colpa non è tutta la nostra.

Come fare, quindi, a trovare il regalo per tutti – amici e parenti? Come fare a tirare fino al 31 dicembre, senza l’imbarazzo di dover dire: “Scusa, quest’anno non ho fatto il regalo a nessuno“. Semplice. La soluzione è proprio lì, a portata di panca. Sì, perché tutti abbiamo la panca del riciclo. La panca che nasconde i regali degli anni passati. I regali di Natale, di compleanno, di anniversario (ma non diciamolo a nessuno). La panca da cui pescare portachiavi, calzini, cappelli, sciarpe, portafogli, profumi e bagnoschiuma di marche sconosciute. Lei, la panca del riciclo, può salvarci.

Oppure no. Oppure, quest’anno, possiamo ribellarci. Possiamo dire no a questo trend. Possiamo decidere di investire meno denaro, e un briciolo in più del nostro tempo, per creare regali originali.

Allora ecco qualche idea.

Bijoux in pasta sintetica
Con un minimo di dimestichezza e manualità, è possibile creare dei piccoli bijoux fatti a mano. Tutto quello che serve è un panetto di pasta sintetica, pinze, gancetti per orecchini, basi per anelli. Io quest’anno mi sono data al bricolage e ho realizzato, per le amiche, degli orecchini come questi.

Il costo? Un panetto di pasta sintetica viene circa 2,50 euro, ma frutta molto. Diciamo che per la creazione di circa 5 paia di orecchini la spesa può essere di 3 euro, centesimo in più centesimo in meno.
orecchini fimo

Marmellata fatta in casa
Braccine corte ma che stanno mescolare bene? Allora la soluzione è questa: preparare delle confetture fatte in casa. Anche qui il costo è davvero irrisorio e tutto quello che occorre sono dei barattoli in vetro, frutta e qualche decorazione.

Preparare una marmellata è semplicissimo. Io ti propongo quella di arance. Servono 2 kg di arance, 2 limoni, circa 1 kg di zucchero e un pelo di pazienza. Il segreto per fare un figurone è quello di incartare con creatività il barattolo. Nastri, coccarde e mollettine saranno i migliori alleati.
marmellata fatta in casa

Dare vita a un vecchio oggetto
L’ultima idea regalo per uscire dall’occhio del ri-ciclone ed entrare nel tunnel della creatività è questa: dare nuova vita a un vecchio oggetto.

Un bottone vintage può diventare un meraviglioso anello; un mattarello può trasformarsi in un divertente portapenne; una rivista ormai da cestinare può foderare una brutta cornice per foto; delle matite colorate ridotte all’osso, se applicate su un fermaglio, sono il regalo perfetto per l’amica creativa.
portapenne fatto a mano

Adesso non mi resta che augurare buon bricolage. E che l’occhio del ri-ciclone, quest’anno, se ne stia ben chiuso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *