I piranha attaccano i bagnanti, choc in Argentina

In questi giorni le temperature in Argentina sono state eccezionalmente alte, e la morsa del caldo ha portato molti abitanti di Rosario, sulle sponde del fiume Paranà, a cercare refrigerio tra le onde del corso d’acqua. Peccato che ad aspettare gli ignari bagnanti ci fossero veri e propri banchi di piranha, conosciuti in loco come palometas, che hanno letteralmente divorato pezzi di carne, staccando addirittura un dito ad una bambina.

Rosario è la terza città dell’Argentina, circa 300 km a nord di Buenos Aires, e qui le acque del Paranà offrono da sempre refrigerio agli abitanti. Stavolta però non c’era solo la frescura ad attenderli. Il caldo anomalo avrebbe spinto i pesci a reagire in maniera “violenta” nei confronti di chi faceva il bagno. I sospetti sono diventati certezza dopo che, nel corso del pomeriggio del 27 dicembre, più di sessanta persone si sono presentate negli ospedali locali con lesioni ai talloni, graffi e morsi alle gambe e veri e propri pezzi di carne strappata.

Gli ambientalisti avvertono che questa è l’ennesima avvisaglia della pericolosità dei cambiamenti climatici che stanno susseguendosi negli ultimi anni provocando disastrose conseguenze, come precipitazioni atmosferiche del tutto anomale e fuori stagione o, come in questo caso, mutamenti nel comportamento di animali che, seppur pericolosi, non hanno mai urtato la pacifica convivenza con la specie umana.

Oltre alla bambina con un dito completamente staccato, un cinquantenne ha riportato una frattura esposta alla gamba pare sempre a causa del morso dei piranha.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *