Due membri dei The Show denunciati per uno scherzo: cosa hanno fatto
Due membri dei The Show denunciati per uno scherzo: cosa hanno fatto

Due membri dei The Show denunciati per uno scherzo: cosa hanno fatto

Due membri dei The Show sono stati denunciati da un negoziante per essersi finti assistenti civici. Ecco lo scherzo fatto dai due noti youtuber

Lo scherzo è bello quando dura poco. E adesso lo hanno capito bene Alessio Stigliano e Alessandro Tenace, membri del gruppo The Show, i quali sono stati denunciati da un negoziante dopo uno scherzo. I due youtuber, con tanto di pettorina e tesserini plastificati, lo scorso 29 maggio si sono finti assistenti civici del Comune di Milano. Vittima dello scherzo è stato il titolare di un negozio di generi alimentari in Corso Lodi, che è stato avvicinato da uno dei due ragazzi mentre conversava con un cliente, ed è stato accusato di non aver rispettato le distanze di sicurezza. Il negoziante ha subito chiesto spiegazioni, e dopo aver ribadito la posizione sulla distanza, il finto assistente civico ha acceso un petardo, posizionandolo sul tavolo del locale. Il titolare ha prontamente reagito lanciandolo lontano, ma il ragazzo ne ha subito acceso un altro, provocando l’ira del negoziante. Il giovane ha poi estratto un blocchetto, fingendo di verbalizzare la violazione elevando la contravvenzione, ma il negoziante ha poi capito dal blocchetto la finzione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Stupro su una sedicenne, il giudice: “Uno sfogo sessuale”

The Show denunciati, è usurpazione di titoli

Due membri dei The Show denunciati

Dopo aver capito che i due ragazzi non erano veri assistenti civici, il commerciante ha denunciato il tutto alla polizia. A nulla è servita la spiegazione dei due ragazzi, che gli hanno detto si trattasse solo di uno scherzo.Dopo la denuncia del commerciante avvenuta domenica attraverso mail PEC, il giorno successivo i poliziotti hanno sorpreso i due ragazzi in pettorina, fermandoli. Dopo averli accompagnati negli uffici di Via Poma, gli agenti li hanno deferiti. L’accusa mossa ai due youtuber è quella di “usurpazione di titoli”.