Scoperta truffa sui biglietti del concerto di Vasco Rossi: sei indagati
Scoperta truffa sui biglietti del concerto di Vasco Rossi: sei indagati

Scoperta truffa sui biglietti del concerto di Vasco Rossi: sei indagati

Smascherata dalla polizia postale la truffa ai danni di centinaia di fan di Vasco Rossi relativa ai biglietti del tour del 2018. Sei persone indagate

L’universo dello spettacolo deve spesso assistere a truffe ai danni del pubblico per quanto riguarda la vendita dei biglietti. A farne le spese questa volta sono stati alcuni fan di Vasco Rossi, truffati sui biglietti per il concerto del cantante del 2018. Grazie alla Polizia Postale di Bologna, che dopo una lunga indagine ha scoperto l’agenzia di cyber criminali che si spacciava per quella autorizzata alla vendita dei biglietti. Il risultato è di sei persone indagate per i reati di associazione per delinquere, sostituzione di persona, turbativa della libertà dell’industria e del commercio, contraffazione del marchio, indebito utilizzo di carte di credito e truffa continuata. Chiusi anche i siti in cui è stata effettuata la truffa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Morto Steve Priest, storico bassista degli ‘Sweet’: aveva 72 anni

Truffati 1.400 fan di Vasco Rossi: l’operazione della Polizia Postale di Bologna

Vasco Rossi
Vasco Rossi (Getty Images)

Vasco Rossi è uno dei cantanti più seguiti in Italia e ad ogni tour riesce a far registrare numeri record. Tra i tanti fan del cantante, durante il tour del 2018 ne sono stati truffati 1400. A scoprirlo è la Polizia Postale di Bologna, che grazie ad una lunga operazione risale ai siti internet in cui venivano effettuate le truffe ed alle sim in cui arrivavano i pagamenti. Questi siti si spacciano per la Best Union Company, unica compagnia ad avere l’autorizzazione per la vendita dei tagliandi. I fan cliccando sul sito credevano di essere collegati al sito ufficiale, acquistavano i biglietti, ma una volta arrivati al concerto hanno scoperto che non esisteva nessuna ricevitoria in cui ritirare l’entrata. Chiusi immediatamente i siti della truffa e indagati sei uomini.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Spunta il video dell’omicidio di Manuel Ellis: America di nuovo sotto shock