Ritorno tifosi allo stadio: possibili date e capienza. Parla Gravina
Ritorno tifosi allo stadio: possibili date e capienza. Parla Gravina

Ritorno tifosi allo stadio: possibili date e capienza. Parla Gravina

Il ritorno dei tifosi allo stadio non è un’utopia lontana, anzi potrebbe essere una possibilità concreta già nelle prossime settimane e giornate di campionato.

La curva in discesa legata ai contagi da Coronavirus lascia ben sperare. Il ritorno dei tifosi allo stadio, che solo un paio di mesi fa sembrava poter essere una possibilità per l’anno nuovo, ora è una realtà che potrebbe concretizzarsi già nelle prossime giornate di campionato. Il Covid non fa più paura come a marzo/aprile e il calcio italiano, dopo aver riaperto i battenti, potrebbe riaprire anche gli stadi. La cautela deve però essere massima, e a confermare questa eventualità ci pensa il presidente Gravina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Calcetto, c’è la data per tornare a giocare?

“Stiamo lavorando per il ritorno, ma…”

Serie A
Gabriele Gravina, presidente FIGC

Il calcio italiano ha ripreso la sua attività praticamente un mese fa. Con la Serie A che è tornata a popolare i palinsesti sportivi televisivi, ora si attende il via libera per il ritorno, graduale, dei tifosi negli stadi dello Stivale. Una possibilità che sembrava pura utopia solo due mesi fa ma che ora può essere percorsa grazie ai dati positivi che arrivano di giorno in giorno dal Ministero della Salute.

Il presidente federale Gravina ha spiegato che i supporters potrebbero tornare, se i numeri fossero confermati anche nei prossimi giorni, già prima della fine del campionato. “Possibile vedere i tifosi negli stadi prima di agosto? Stiamo lavorando perché possano tornare a vivere l’evento calcistico“. Niente di certo ancora, ma la possibilità che questo avvenga esiste, ed è già un passo in avanti.

Lavoriamo su percentuali, pensiamo oggi ad un 25% – ha aggiunto Gravina in un’intervista a L’Avvenire – Il problema è la gestione dei flussi.”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Napoli, brutto infortunio per Ospina a Bergamo