PlayStation 5, prezzo e data di uscita rivelati da un insider
PlayStation 5, prezzo e data di uscita rivelati da un insider

PlayStation 5, prezzo e data di uscita rivelati da un insider

La PlayStation 5 sarà in vendita prima del previsto, secondo una fonte accreditata da molti siti specializzati.

Dopo l’imponente presentazione della PS5, avvenuta a giugno, le voci riguardo alla data di uscita e al prezzo finale sono cominciate a circolare su Internet. L’annuncio delle caratteristiche tecniche della console Sony di nuova generazione ne hanno già fatto uno degli oggetti più attesi di tutto il 2020 per gli appassionati di videogiochi. Nelle ore scorse una fonte piuttosto attendibile ha rivelato qualche dettaglio sui tempi e sui costi della console.

L’indiscrezione proviene dal leaker Tom Henderson, in passato ritenuto affidabile per le anticipazioni rivelatesi poi fondate riguardo alla saga di Call of Duty. Il prezzo della PlayStation 5 secondo Henderson sarà di 499 dollari. Non è chiaro se questo si riferisca alla console in edizione “digital” o alla versione con lettore di 4K Ultra HD Blu-ray incorporato. Gli addetti concordano tuttavia nel ritenere non troppo ampia, intorno ai 50 dollari, l’oscillazione di prezzo prevista tra una versione e l’altra.

Henderson sostiene che la PS5 sarà in vendita dal 14 novembre in Giappone e dal 20 novembre nel resto del mondo. Fino a questo momento il periodo di uscita previsto – e su cui tutti concordano – era, più genericamente, quello delle prossime vacanze natalizie.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Playstation 4 a 95 euro, caos in un nuovo punto vendita Lidl

Playstation 5, Sony incrementa produzione del 50%

Playstation 5 prezzo data di uscita
(Getty Images)

Intanto secondi autorevoli siti giapponesi Sony ha aumentato la produzione di PlayStation 5 del 50 per cento circa rispetto alle unità previste inizialmente. L’azienda contava di produrre sei milioni di console mentre adesso le unità in produzione sarebbero tra nove e dieci milioni. Le aspettative di vendita erano e restano al momento non altissime a causa della pandemia da coronavirus.

Secondo gli esperti il caso in cui Sony riuscisse a vendere entro la fine del 2020 tutte le unità prodotte sarebbe da interpretare come un clamoroso successo. La PlayStation 4, le cui vendite cominciarono a novembre del 2013, arrivò a vendere complessivamente 4,2 milioni di unità entro la fine di quell’anno.