Migranti positivi, sono 129 in centro di accoglienza vicino Treviso

A Casier sono 129 i migranti positivi su 315 test effettuati anche per i 22 operatori. Sono tutti asintomatici e scatta la quarantena anche per i negativi

Migranti positivi, a Cisier, in provincia di Treviso, sono stati effettuati trecentoquindici tamponi, duecentonovantatré per gli ospiti del centro di accoglienza, l’ex caserma Serena, e ventidue sugli operatori che lavorano nella struttura. A renderlo noto è la Ulss 2 informando anche che per tutti è prevista la quarantena, anche per chi è risultato negativo al test.

La notizia è stata anche confermata dal presidente della Regione Luca Zaia da Vo’ Euganeo, città che è andato a visitare, diventata simbolo del coronavirus che a marzo, insieme alla provincia di Lodi in Lombardia, è stata il primo focolaio italiano.

Nella ex caserma il tutto è cominciato due giorni fa quando un ospite ha avvertito i sintomi del Covid. Isolato e testato, è risultato positivo con altre due persone con le quali aveva avuto contatti ravvicinati. Dopo le prime tre persone positive, si sono organizzati i test per tutte le persone che vivono e lavorano nella struttura.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Campania: 2 bimbe positive, chiuso un asilo

Migranti positivi, in Veneto c’è il rischio di altri focolai

coronavirus 24 luglio
Medico (Getty Images)

Il Veneto continua a patire la pandemia. Stando ai dati diffusi dal bollettino di ieri, 29 luglio, in regione sono quasi ventimila i casi da inizio pandemia e quasi ottocento le persone che attualmente sono positive. Poco più di duemila sono i decessi.

Da ieri però c’è il rischio che siano nati nuovi focolai come quello di Jesolo che forse avrebbe avuto origine da una moschea oppure dell’Unità Operativa di Malattie Infettive di Ca’ Foncello e di un centro disabili.

Per quanto riguarda l’Unità di Malattie Infettive, è risultata positiva un’infermiera, asintomatica, che qualche giorno fa aveva avuto contatti con un uomo positivo. Positivo anche l’operatore del centro di disabili ma in questo caso il tampone è emerso nei controlli ordinari a cui vengono sottoposti i lavoratori di queste strutture.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Barty: la numero 1 al mondo si ritira dagli Us Open