Coronavirus, nuovo bollettino: contagi ancora in calo

Il bollettino del Ministero della Salute sull’epidemia di coronavirus segna un nuovo calo dei contagi.

Il Ministero della Salute ha rilasciato un nuovo bollettino sull’epidemia di coronavirus in Italia. I nuovi casi sono 239, circa 60 in meno di ieri. Salgono i decessi, che sono 8 nelle ultime 24 ore, mentre i guariti sono 231. Il numero complessivo di persone attualmente positive al virus sono 12.456, una in meno rispetto ai casi di ieri. Il totale dei casi dall’inizio dell’epidemia sfiora le 250mila persone. Il bollettino di oggi segna un ulteriore miglioramento dopo che nelle scorse settimane i dati avevano evidenziato un nuovo aumento dei casi.

LEGGI ANCHE >>> Palermo, giovane donna muore per colpa di un piatto di gamberi

Bollettino coronavirus, la situazione nel mondo

bollettino coronavirus
Due medici al lavoro (Getty Images)

Se in Italia l’epidemia da coronavirus sembra essere sotto controllo, come confermato dal bollettino del Ministero della Salute, nel resto del mondo la situazione rimane critica. In Grecia i nuovi casi crescono in maniera preoccupante, tanto da rendere di nuovo obbligatoria la mascherina nei luoghi chiusi. Tra le nuove norme annunciate dal governo di Atene c’è anche il divieto di visitare congiunti che si trovino in ospedale o casa di riposo. In India la situazione è decisamente peggiore, con 55mila nuovi casi registrati in 24 ore. Con oltre 1 milione e 750mila contagi il paese asiatico è terzo nel mondo per numero di contagi. Tra i positivi anche il ministro dell’Interno Amit Shah. A destare maggiori preoccupazioni sono gli Stati Uniti, dove in un giorno si sono registrati più di 61mila contagi. Il paese ha registrato il maggior numero di contagi in un mese dall’inizio della pandemia, con quasi 2 milioni di nuovi positivi solo a luglio. Il Centro di controllo sulle malattie degli Stati Uniti ha reso nota una previsione di 20mila nuovi decessi nelle prossime 3 settimane.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Diletta Leotta saluta la Serie A: “Speriamo di rivederci presto”