Bonus pc: a quanto ammonta e chi potrà richiederlo

Lo fa sapere la ministra dell’Innovazione Paola Pisano, alcuni nuclei familiari avranno diritto al bonus pc: che cos’è, a quanto ammonta e a chi spetta.

Il bonus pc ha ricevuto il via libera da parte della Commissione Europea. Si tratta di una misura posta in atto dal governo per colmare i gap digitale tra le famiglie a basso reddito e quelle con un reddito più elevato. Il bonus spetterà ai nuclei familiari che dispongono di un reddito inferiore ai 20.000 euro e potrà arrivare ad un massimo di 500 euro. Oggetto del bonus è dunque l’acquisto di un pc o di un tablet, ma anche l’istallazione della connessione Internet.

La ministra Pisano, nel corso di un’intervista al Corriere della Sera, parlando del Recovery Fund, ha confermato il placet della Commissione Europera ai voucher predisposti dal governo. Una misura posta a sostegno delle famiglie in difficoltà economica, perché possano dotarsi di un pc, un tablet, o una connessione internet. Il bonus sarà operativo “Dopo l’estate”, fa sapere la ministra dell’Innovazione. La misura sarà operativa a partire dalla riapertura delle scuole. La necessità dell’intervento è emersa durante i mesi di lockdown nel corso della didattica a distanza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Genova, prime autovetture attraversano il nuovo ponte

Bonus pc: solo la punta dell’iceberg del pacchetto di misure previste per aiutare famiglie e imprese

Bonus pc
Bonus pc (Getty Images)

Ad ogni modo il bonus in questione dovrebbe essere solo la punta dell’iceberg, infatti la ministra fa sapere che è già stato deliberato un pacchetto di misure a sostegno di imprese e famiglie per un totale di 1.150 milioni di euro. Si tratta, prosegue la ministra, di una grande opportunità per il Paese, che sta ricevendo un enorme aiuto da parte dell’Europa grazie al Recovery Fund proprio per arginare i danni economici derivanti dalla pandemia da Covid-19. E’ l’occasione decisiva per fare in modo che le nostre strutture, produttive, formative e di servizi, divengano più solide e riescano a fronteggiare la competizione internazionale in maniera più consona ai nostri tempi, conclude la ministra Pisano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Esplosione a Beirut, Trump: “Attacco terroristico”