Tik Tok, Trump firma il decreto che “cancella” il social network

Nella notte italiana arriva la tanto attesa (denunziata nei giorni addietro) firma di Donald Trump: niente più Tik Tok negli Usa. Scatta la polemica.

Arriva la tanto attesa notizia. Donald Trump, a pochi mesi dalle elezioni, mette la firma sulla cancellazione di Tik Tok: il social network “sparisce” dagli Usa. Entrando nel dettaglio della pratica: un decreto che obbliga la multinazionale cinese ByteDance a vendere la partecipazione nelle operazioni di Tik Tok negli Stati Uniti d’America. Un tempo massimo di 45 giorni a partire da oggi. Poi scatteranno durissime sanzioni (esposte nel corso dei giorni) verso ogni tipo di società che continuerà a “dialogare” con il social in questione. Nel decreto, forse uno degli ultimi a grande gettata della prima presidenza Trump, giustificato il motivo di tale scelta a tutela degli interessi e della sicurezza nazionale. Divieto che si estende anche a un’altra app molto popolare in Cina: WeChat. Sono giorni in cui lo scontro (su molti fronti) tra le due superpotenze mondiali non sembra voler cessare, anzi, continua ad aumentare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, team di Facebook elimina post di Trump

Trump “elimina” Tik Tok: la risposta cinese non si fa attendere

trump tik tok partito comunista
Stemma del partito Comunista cinese (Getty Images)

Problemi d’interesse e sicurezza nazionale. Questo è il motivo di tale scelta e operazione che apre un altro scontro tra l’America e la Cina. Soprattutto dopo le dichiarazioni di Trump che hanno evidenziato il voler “bloccare l’introduzione del partito Comunista negli affari Usa attraverso questi tipi di strumenti all’avanguardia”. Un vero attacco politico. Che non è passato inosservato. Dopo poche ore, infatti, è intervenuto Zhang Yiming , fondatore e CEO del colosso cinese ByteDance. Quest’ultimo ha controbattuto alla firma sul decreto che vieta l’uso Tik Tok in “campo americano” con altrettante ed incisive dichiarazioni: “Il vero obiettivo degli Stati Uniti è il ban di TikTok, non l’acquisizione da parte di Microsoft o di una delle altre realtà interessate”. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Esplosione a Beirut, Trump: “Attacco terroristico”